Fratelli d’Italia Minturno rivendica l’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza e l’acquisto del battello spazzamare

Fratelli d’Italia Minturno coglie con favore le due iniziative deliberate in questi giorni dall’amministrazione comunale e nello specifico quella relativa all’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza per la manutenzione del decoro urbano e per servizi di custodia della biblioteca comunale e quella dell’acquisto del battello spazzamare.
“Entrambe le proposte,  – dichiara il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia Vincenzo Fedele – erano inserite nel nostro programma elettorale a sostegno di Pino D’Amici sindaco e siamo lieti che l’attuale Amministrazione le abbia condivise e fatte proprie, a dimostrazione che le idee, se buone, possono essere assolutamente realizzate al di là di chi le proponga per primo. In particolare sulla  decisione di impiegare i percettori del reddito di cittadinanza per la manutenzione dei giardini comunali e per la guardiania della biblioteca Luigi Raus, il nostro delegato al welfare, Dott. Daniele Amitrano, elaborò durante la campagna elettorale un progetto  che presentò alla stampa dal titolo “il progetto biblioteca aperta”, che prevedeva proprio quanto recentemente annunciato dalla Giunta comunale”. “Per quanto attiene invece la proposta del battello spazzamare, anch’essa contenuta nel nostro programma elettorale – prosegue  Fedele- mi fa piacere che l’attuale Delegato al Demanio, in piena continuità con ciò che feci nella Giunta Graziano ter negli anni 2013 e 2014 e prima ancora nel 2007 con la Giunta Sardelli portando il battello spazzamare di proprietà dell’ente provinciale ad operare lunghe le coste minturnesi, abbia creduto e portato avanti questo progetto, rivendendolo in base alle nuove specificita’ e caratteristiche dei moderni battelli. Mi auguro che a questo, che non può certo essere la soluzione al problema delle nostra qualità delle acque, si affianchino ulteriori e più importanti iniziative, magari coinvolgendo anche la Società Acqualatina se necessario”. “Nel massimo spirito di condivisione e collaborazione  al fine di definire importanti iniziative  -conclude Fedele-  mi auguro che attraverso le commissioni consiliari, rappresentate anche da componenti della minoranza, ci sia un coinvolgimento totale a 360° di tutti i rappresentanti della comunità, perché anche  per noi il bene di Minturno viene prima di ogni cosa.”