“Gaeta città dei Giovani”: firmato il protocollo d’intesa Comune – Noisiamofuturo

Pubblicità

Il Sindaco Cosmo Mitrano e Fulvia Guazzone CEO e Founder di Noisiamofuturo hanno sottoscritto un protocollo d’intesa “Gaeta, città dei Giovani”. La cerimonia si è svolta questa mattina in aula consiliare e si inserisce in un percorso che rafforza quel legame tra il comune di Gaeta e Noisiamofuturo, intrapreso nel 2016 con il “Festivaldeigiovani®”. Diversi gli obiettivi e punti enunciati nel protocollo d’intesa e presentati alla stampa nel corso di una conferenza. Tra questi: un’anteprima del “Festivaldeigiovani®” da realizzare tra ottobre o novembre; l’implementazione della piattaforma www.Festivaldeigiovani.it con uno spazio dedicato a “Gaeta, città dei Giovani”; una serie di eventi sul territorio nel corso dell’anno; l’istituzione di una “School”.

“In questi anni – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – Gaeta ha intrapreso un bellissimo percorso che ha trasformato la nostra città in un vero e proprio campus scolastico nel quale i giovani da tutta Italia possono informarsi e formarsi, socializzare e fare nuove amicizie, un vivaio di talenti in un contesto nazionale ed internazionale. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla proficua sinergia con Fulvia Guazzone che ha da subito creduto in Gaeta e nelle sue potenzialità. Con il protocollo d’intesa siglato oggi – prosegue il primo cittadino – Gaeta sarà per i prossimi tre anni la città dei giovani. Un punto di riferimento nazionale del Sistema Scuola e di attività formative, un grande contenitore di cui farà parte il Festivaldeigiovani®, un laboratorio di idee che ha l’obiettivo di creare un confronto e l’informazione, premiare il merito, valorizzare i talenti e le eccellenze del mondo giovanile e invogliare i ragazzi ad una partecipazione attiva alla vita sociale, economica e politica del Paese”.

“Il Festivaldeigiovani® nato a Gaeta – sottolinea Fulvia Guazzone CEO e Founder di Noi siamo futuro – ha creato in questi anni qui la più grande piazza di incontro di giovani da tutt’Italia. È cresciuto, si è evoluto anche durante il periodo difficile della pandemia, mettendo a dialogare tra loro centinaia di migliaia di studenti chiusi nelle loro camere. Lo ha fatto 365 giorni all’anno, senza mai fermarsi, trasformando le aule scolastiche in grandi studi televisivi che collegavano in diretta, da Gaeta, giovani di tutt’ Italia. Questo ci consente di guardare a Gaeta, non solo come sede del Festival dei giovani® che tornerà in presenza dal 6 all’8 Aprile, ma anche come  la città a cui i giovani di tutto il Paese, i loro docenti, le loro famiglie, insomma tutto l’immenso e continuamente rinnovato ecosistema “scuola” possano fare riferimento considerandola un’occasione unica per essere ascoltati, per sentirsi protagonisti, per formarsi nelle loro scelte, anche – perché no – divertendosi, ma soprattutto ricevendo: attenzione, rispetto, considerazione”.