Gaeta, disastro ambientale sventato.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Soltanto il pronto intervento dei Vigili Urbani di Gaeta, della Guardia costiera di Gaeta e degli operatori della EcoCar, ha consentito di sventare un disastro ambientale sul litorale gaetano. Nel tardo pomeriggio di venerdì 26 luglio, infatti, a seguito di una segnalazione di alcuni operatori balneari di Serapo i quali notavano nei pressi della riva un fusto che affiorava dalle acque, veniva allertato l’Assessore Felice D’Argenzio che interveniva sul posto per seguire le operazioni. Il barile, che poi risultava completamente sigillato e contenente verosimilmente sostanze potenzialmente pericolose per l’ambiente, veniva prontamente rimosso e messo in sicurezza dagli operatori interventi e portato in un’area ben delimitata. La Guardia Costiera procedeva quindi con i rilievi del caso per ricostruire la provenienza del fusto e capire per quale motivo finiva in mare. Tutte le operazioni si sono svolte in massima sicurezza. Intanto l’ufficio ambiente del Comune di Gaeta si interfaccerà anche con l’Arpa per gli interventi specifici. “Abbiamo evitato il peggio grazie ad un’operazione sinergica tra cittadini, operatori balneari ed ecologici, Enti istituzionali”. Questo il commento dell’Assessore D’Argenzio.

le3cshop.com