Gaeta: Forno Crematorio. Già raccolte molte firme contro.

Sabato pomeriggio abbiamo partecipato ad un incontro con i residenti di S. Angelo e il comitato Monte Bucefalo riuniti in assemblea per coordinarsi nella lotta contro la realizzazione del Forno Crematorio. L’ennesima speculazione privata portata avanti dall’attuale amministrazione noncurante delle ricadute economico lavorative e ambientali sul nostro territorio, essendoci già diversi pareri negativi delle emissioni in atmosfera e sullo scarico delle acque reflue. A rendere il quadro più preoccupante è la totale mancanza di partecipazione e confronto con i cittadini che abitano nella zona, pertanto si è deciso insieme a loro di avviare, oltre alle vie legali già partite, parallelamente anche una mobilitazione popolare, a partire da una petizione allargata ai cittadini dei comuni interessati e diretta al Sindaco e al presidente del Consigli Comunale di Gaeta.   

Come Partito Comunista siamo onorati della riconoscenza mostrataci dai residenti presenti all’assemblea, del fatto che ci abbiano preso come punto di riferimento per le future mobilitazioni a partire dalla scrittura della petizione che ci è stata da loro delegata e la raccolta delle firme stessa, chiedendoci inoltre di mettere a disposizione la nostra sezione di Via Indipendenza 206, dove sarà possibile firmare la petizione o consegnare i moduli già firmati tutti i Martedì e Giovedì pomeriggio dalle 17 alle 19. Siamo già a circa 50 firme con il primo breve banchetto non pubblicizzato di Martedì pomeriggio, facile prevedere la futura risposta positiva della città nell’aderire.

Invitiamo quindi tutti i cittadini di Gaeta, Formia e Itri a partecipare alla petizione, ricordando che è possibile scaricare i moduli online dal sito comunistigaeta.blogspot.it, e consegnarli a noi una volta riempiti (anche se non sono completi), per maggiori informazioni potrete contattarci tramite la nostra pagina Facebook Partito Comunista – Gaeta – Sez.”Mariano Mandolesi”.

Partito Comunista  –  Gaeta  –  Sez.”Mariano Mandolesi”

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo