Gaeta: Frode per falso “olio extra vergine” scoperta dall’Agenzia Dogane

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Gaeta – SOT Aprilia, nel corso delle attività di prevenzione e repressione delle frodi alimentari, hanno scoperto una frode nell’esercizio del commercio.

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Gaeta – SOT Aprilia, nel corso delle attività di prevenzione e repressione delle frodi alimentari, hanno scoperto una frode nell’esercizio del commercio.

Si tratta di una esportazione di numerosi cartoni di olio extra vergine di oliva, confezionato in bottiglie da un litro, riportanti in etichetta la dicitura “Olio Extra Vergine di Oliva”, destinati ad un Paese asiatico, per un peso totale di circa 20 tonnellate e un valore complessivo superiore ai 60.000 euro.


Le analisi effettuate sul prodotto dal Laboratorio Chimico di Roma dell’Agenzia e da altri enti accreditati hanno accertato che l’olio, dichiarato come “olio extravergine di oliva”, è risultato semplice “olio di oliva vergine”.
Il rappresentante legale della società esportatrice è stato denunciato all’Autorità Giudizia

Pubblicità