Gaeta: Il 6 settembre la presentazione del libro “Il cibo del pellegrino: la bisaccia, i monasteri e le osterie”

Lunedì 6 settembre alle ore 19.00 a Gaeta (LT) presso la Batteria La Favorita (via Faustina 26) sarà presentato il volume “Il cibo del pellegrino: la bisaccia, i monasteri e le osterie”, di Luigi Jovino, per GSE Edizioni. Alla presentazione del volume, oltre al saluto delle autorità, interverranno l’arcivescovo di Gaeta Luigi Vari, il presidente dell’Associazione Europea Vie Francigene Massimo Tedeschi, e poi Gerardo Venezia e Giancarlo Forte della presidenza dell’Associazione Gruppo dei Dodici odv che ha collaborato alla stesura del libro.

In quest’ottica l’autore descrive con dovizia di particolari la storia del pellegrinaggio e dei cammini spirituali riconosciuti come itinerari cultural europei dal Consiglio d’Europa. Un viaggio enogastronomico lungo la via Francigena, attraverso lo scorrere del tempo. Partendo dal pellegrino medievale, il quale lasciava la propria casa, ambiente, abitudini per recarsi ad un Santuario liberamente scelto o imposto da una penitenza, oggi il pellegrinaggio è un cammino lento: una modalità che sta prendendo sempre più piede, diventando un modo nuovo di fare turismo con ampi risvolti introspettivi.

Descrive gli itinerari, in dodici tappe, della via Francigena ed i borghi attraversati, la loro storia, da Castelforte sul Garigliano a Roma passando per Albano Laziale. Illustra anche il “cammino da Albalonga a Praeneste”, in due tappe, che congiunge la via Francigena Appia da Albano Laziale alla via Francigena Latina Casilina Prenestina fino a Palestrina. Nel libro si parla anche di Gaeta, la città delle 100 chiese, le sue bellezze, il significato della Cappella d’oro, la sua storia, l’enogastronomia, le bellezze del territorio diocesano con le sue testimonianze religiose tra queste il Santuario della Madonna della Civita ed il Monastero di San Magno.

L’evento è organizzato per festeggiare la via Francigena ed il ventesimo anniversario della fondazione dell’Aevf, associazione europea delle vie francigene, riferimento del Consiglio d’Europa, costituita dai rappresentanti dei comuni e degli enti locali di quattro nazioni attraversate dall’itinerario culturale.

Tra l’altro, il prossimo 20 settembre arriveranno a Gaeta i pellegrini/viaggiatori della Road to Rome 2021, partiti da Canterbury a metà giugno. Saranno accolti anche dall’arcidiocesi di Gaeta e proseguiranno sulla via Francigena del Sud verso Santa Maria di Leuca dove arriveranno a metà ottobre.

Il Gruppo dei Dodici è una associazione di volontariato, amica dell’Aevf, che dal 2005 si interessa e promuove iniziative per far conoscere la via Francigena, ha studiato ed indicato i percorsi, fa la piccola manutenzione per la sua percorribilità e la sicurezza della segnaletica.

L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria scrivendo a atslacittadella@gmail.com. Nel rispetto delle norme anticovid sarà richiesto il green pass.