Gaeta: MINORENNE LITIGA CON LA FIDANZATA E TENTA DI STRANGOLARLA.

Arrestato Un diciassettenne è stato arrestato dalla Polizia di Stato, dopo aver tentato di strangolare la fidanzata dopo un violento litigio avvenuto nel fine settimana, nell’abitazione del ragazzo, in Gaeta. La giovane è riuscita, grazie all’intervento della madre del ragazzo, presente in casa, a sottrarsi dalla furia del fidanzato ormai in preda ad uno stato di ira scaturito da futili motivi ed a scappare raggiungendo l’abitazione dei genitori. A causa degli effetti della violenza subita, consistita anche in ceffoni, strattonamenti e pugni, nonché una forte stretta al collo quasi da essere soffocata, la ragazza è stata costretta a ricorrere alle cure mediche ospedaliere che hanno evidenziato la presenza di diverse ecchimosi sul corpo ed al collo. In un forte stato di prostrazione e tremolante, la ragazza, accompagnata dai familiari, ha denunziato l’accaduto al personale della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta che nell’occasione ha raccolto tutte le informazioni relative al caso per evidenziare la dinamica degli eventi e da cui emergeva che l’episodio in argomento, che poteva avere un epilogo più grave, era successivo ad altri avvenuti nel tempo a causa di un conflittuale e morboso rapporto sentimentale. Rintracciato in città il giovane, il quale forniva anche false attestazioni sulla propria identità, ritenuto il concreto pericolo che il giovane potesse commettere nuovi reati della stessa specie e della stessa gravità, veniva tratto in arresto e posto a disposizione dell’A.G. presso Il Tribunale per I Minorenni di Roma , che ne disponeva l’immediato trasferimento presso un centro di prima accoglienza della capitale.