Gaeta: Servizio di mensa scolastica, Assessore Mitrano replica alle sterili accuse

Nei giorni scorsi sono state segnalate disfunzioni nel servizio di refezione scolastica assumendo a fondamento delle stesse alcune presunte segnalazioni da parte di cittadini ed istituzioni scolastiche. Soprattutto si faceva riferimento ad una presunta comunicazione, in corso di elaborazione da cittadini e scuole, che la qualità dei prodotti era scadente e che “per di più i cibi vengono cucinati nel punto di cottura ubicato a Fondi”; successivamente veniva ripreso tale argomentazione giungendo ad ipotizzare la possibilità di sviluppare gravi disturbi quali l’anoressia e la bulimia.

Partendo da quest’ultima affermazione si rimane assolutamente stupefatti in quanto l’anoressia è una malattia che ha cause psicologiche e che colpisce gli individui negli anni immediatamente seguenti la pubertà tra i 13 e i 20 anni mentre la bulimia, oltre a fattori generici, deriva da motivazioni psicologiche quali la bassa autostima e, soprattutto, il cattivo rapporto con il proprio corpo. In sostanza è sbalorditivo come si possa collegare la refezione scolastica a patologie che trovano predisposizione in tratti relazionali e familiari di natura diversa. Chi utilizza problemi seri e complessi come questi in una questione con cui nulla hanno a che fare, dimostra di non avere rispetto per tutte quelle persone e le famiglie che si trovano in tali situazioni, le quali meritano di certo profonda sensibilità e analisi molto più approfondite di quelle che si possono fare come proclami sulle pagine dei giornali!

Ma con la presente lettera non si intende rispondere a comunicazioni mai inoltrate e mai pervenute, ma piuttosto comunicare alla Città  – e soprattutto alle famiglie – l’assoluta serenità e tranquillità circa l’azione svolta in questi mesi a tutela dei ns. piccoli concittadini.

Infatti questa Amministrazione sin dall’inizio della stagione scolastica ha provveduto ad insediare la Commissione mensa, composta da volenterosi e attenti educatori e genitori che con passione e sincero afflato hanno offerto la massima collaborazione per rendere più adeguato il menù proposto alle esigenze dei Ns. bambini; nell’ultima commissione mensa del 16 gennaio u.s. si è precisato il menù da seguire nell’ultimo scorcio dell’anno scolastico; in tale incontro era presente anche un noto Pediatra in qualità di papà. Il menù è stato sottoposto alla verifica della AUSL che si è espressa favorevolmente addirittura nella persona di un noto e stimato professionista di Gaeta.

Nel tempo si è anche sollecitata la AUSL ad effettuare i necessari controlli e, ove necessari, i prelievi di rito; non risulta ad oggi nessuna segnalazione.

Il Comune, nella sua autonomia, a tutela dei piccoli utenti ha effettuato sopralluoghi nelle Scuole durante gli orari di refezione e non ha mai rilevato disfunzioni rilevanti.

E’ stato fatto anche un accesso alla cucina di Fondi rilevando che i prodotti utilizzati, come da foto allegate, risultano essere di buona qualità.

In ultimo, ma non meno importante, al fine di predisporre una nuova gara, l’Amministrazione è impegnata a valutare come realizzare in locali di proprietà dell’Ente un centro cottura adeguato.

Tutti gli interventi messi in atto rappresentano, quindi, le tappe di un positivo e costruttivo percorso, per il quale accetto e aspetto qualunque suggerimento e critica da parte dei genitori, dei docenti e dei dirigenti delle scuole gaetane.

A tutti ribadisco la mia disponibilità a migliorare la vita scolastica dei nostri ragazzi, ad accogliere i consigli e le proposte che possano essere elaborate a questo fine, ma respingo fortemente le vergognose  strumentalizzazioni che sono disposte a passare, in maniera irrispettosa, anche sopra drammi e patologie che nulla hanno a che fare con le problematiche in questione e che possono generare solo disorientamento e pericoloso allarme.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo