Gaeta/Vivil’Arte chiude i battenti domenica

Si chiude domenica la manifestazione Vivil’Arte, settimana di promozione culturale della città di Gaeta. «In città, in questi giorni, la cultura – sottolinea il sindaco Cosmo Mitrano – è stata la principale protagonista, per ogni tipologia di utenza, dai bambini, alle scuole, ai turisti, agli studiosi, agli specialisti, con profonda soddisfazione da parte dell’intera amministrazione comunale e nello specifico dell’Assessore alla Cultura Sabina Mitrano, coadiuvata dal delegato ai Grandi eventi Dino Pascali». Il programma, partito sabato 22 marzo, ha permesso e sta permettendo la visita dell’ampio giacimento di beni storici, archeologici e ambientali della città di Gaeta, tutto sono il patrocinio del Comune di Gaeta, dell’Arcidiocesi, dell’IPAB SS. Annunziata e della Regione Lazio.

Sabato alle ore 17.30, presso il Museo Diocesano l’Associazione Donneunite Del Golfo, ente nato di recente per dar voce alla potenzialità, professionalità e creatività di tutte le donne attraverso la promozione e la realizzazione di progetti mirati, presenterà il video “La Nave di Ulisse” ideato e realizzato dalla Coordinatrice del settore Video Luana Cardillo e dalla Coordinatrice del settore cultura Prof.ssa Maria Alba Pezza. Il video è la rievocazione della leggenda mitologica della Nave di Ulisse: un grande scoglio con la forma di un’imbarcazione a vela, comunemente chiamata “Nave di Serapo”, situata nelle vicinanze della spiaggia di Fontania. Lo scopo è quello di far conoscere come la storia di Gaeta sia legata al mito attraverso la tradizione orale.

Tra gli appuntamenti di maggiore spicco, curati dal delegato ai grandi eventi Dino Pascali, bisogna ricordare il concerto di Valentina Ferraiuolo Le virtù mariane nella tradizione popolare, a cura dell’Associazione San Giovanni a mare che si terrà sabato 29 marzo nella piazza della SS. Annunziata, preceduto da un vin d’honneur offerto dalla Pro Loco Gaeta. Domenica 30 marzo, presso il castello aragonese, alle ore 10.00 i più piccoli potranno prendere parte a Castello a misura di bambino, un’iniziativa curata da Festboom con la collaborazione degli uomini della Scuola Nautica della Guardia di Finanza (prenotazione obbligatoria Tel. 340 39 51 393). Sempre nella giornata di chiusura di Vivi l’Arte un Flash mob a via Marina alle ore 11.00 metterà in evidenza il gruppo dell’Associazione Skené.

Alle ore 17.00 presso la pinacoteca Comunale Giovanni da Gaeta, si terrà un altro appuntamento del cicli. La guerra in casa, in occasione dei 70 anni dell’occupazione nazifascista: Antonio Riciniello autore de “Il carrubo di Ottaiano”, incontrerà il pubblico insieme al prof. Marcello Carlino della Sapienza che presenterà la letteratura a cavallo della seconda guerra mondiale. La seconda edizione di Vivi l’arte si concluderà alle ore 21.00, nella piazza SS. Annunziata con 6° (sei gradi) lo spettacolo di Giobbe Covatta con la partecipazione di Ugo Gangheri.

Nel corso di questi giorno è ancora possibile visitare gratuitamente una serie di monumenti: Cripta del Duomo (che chiuderà per restauri dal 31 marzo), Chiesa di San Giovanni a mare, Chiesa della SS. Addolorata, Santuario Santissima Annunziata e Cappella d’Oro ore 16.00-19.00 con visite sospese durante le celebrazioni religiose; Sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00 saranno visitabili anche la Chiesa dell’Ulivo, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa del Rosario, la Chiesa di San Domenico con la Terra Santa. Anche il Museo Diocesano prende parte all’iniziativa con aperture ad ingresso libero dalle ore 16.00 alle 19.00, nei locali di Palazzo De Vio sarà possibile visionare le collezioni permanenti (sec. XI-XIX), la mostra “La Natività di Gesù”, l’installazione “La guerra in casa: il Duomo, l’urlo del silenzio”, a cura del collezionista Salvatore Gonzalez; la mostra “Pio IX a Gaeta”, a cura del Circolo Tommaso Valente; “La nave di Ulisse”, proiezione a cura della Associazione Donne Unite del Golfo; proiezione di Memorie Urbane. Anche il Centro Storico Culturale apre le porte alla mostra “Intorno a Pulzone” ore 10.00-12.00 e 16.00-19.00. Naturalmente non poteva mancare la Pinacoteca di Arte Contemporanea aperta venerdi, sabato e domenica ore 16.00-19.00 con le mostre permanenti di Hans Hartung, Alberto Magnelli, Ladislas Kijno e A-Sun Wu e le installazioni temporanee di Alvaro Siza, Linde Burkhardt e Lucio Del Pezzo. Mentre il castello aragonese con il Museo della Guardia di Finanza sarà possibile visitarlo domenica 30 marzo alle ore 11.00. Anche il Parco di Monte Orlando con alcuni dei suoi siti di interesse storico-militare si inserisce in vivi l’arte: Mausoleo di Lucio Munazio Planco Batteria Monte Orlando Superiore, Museo Ferdinando e Polveriera Carolina saranno aperti con ingresso libero sabato 29 e domenica 30 marzo ore 10.30-13.00 Nell’altro centro storico di Gaeta, in via Indipendenza, sarà possibile ammirare la personale di pittura di Antonella Magliozzi presso la Cirò Gallery Atelier, ore 18-20.

Per chi volesse visitare Gaeta medievale con una guida turistica, l’appuntamento è sabato 29 e domenica 30 marzo alle ore 11.00 o alle ore 17.00 per un tour che parte dall’infopoint della Pro Loco in piazza SS. Annunziata.