Giornata di Info e Accesso allo Spid al Comune di Formia: superata quota 100 iscritti per il rilascio dell’identità digitale

Tantissime adesioni, superata la quota 100 iscritti messa a disposizione dal Comune di Formia per la giornata di “Info e Accesso allo SPID” nell’ambito del progetto gratuito finanziato dalla Regione Lazio e dedicato ai consumatori a seguito di emergenza sanitaria da Covid-19. L’iniziativa organizzata dall’Asso.Cons.Italia si è tenuta oggi nella sala Falcone e Borsellino. “Grazie alla collaborazione con il Comune di Formia – spiega il presidente della sezione di Formia dell’Asso.Cons.Italia, l’avvocato Fabio Della Rossa – abbiamo rilasciato gratuitamente il sistema pubblico di identità digitale che permette ai cittadini di accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni e dei soggetti privati con un’unica Identità Digitale favorendo e semplificando l’utilizzo dei servizi digitali”.

Il presidente della struttura dell’Asso.Cons.Italia, che ha sede nella città formiana in via Appia Lato Napoli n.43 (ex civico), è responsabile insieme al collega Giovanni Verrengia della verifica dell’identità (Registration Authority Officer c.d. RAO), che può accertare gratuitamente l’identità personale dei cittadini che vogliono dotarsi di SPID e agevolarli nella fase di identificazione e, successivamente, di rilascio in convenzione con Namirial Spa.

Particolarmente soddisfatto il sindaco Gianluca Taddeo, presente alla Sala Falcone e Borsellino, dove ha portato i saluti dell’amministrazione.”Vorrei sottolineare – spiega il sindaco – la fortissima adesione e partecipazione da parte della cittadinanza ad una iniziativa che andrà sicuramente ripetuta prossimamente nel nostro territorio. Si tratta di un servizio utile agli utenti in maniera tale da sensibilizzare questa nuova modalità di digitalizzazione per l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione con un’identità digitale unica. Un’attività di supporto e assistenza a favore dei consumatori ma anche delle fasce più deboli e degli anziani che hanno difficoltà di accesso al sistema SPID”.