Giornata Mondiale per la terra

La Giornata della Terra è  il giorno in cui si celebra la salvaguardia del pianeta Terra. Le nazioni Unite celebrano questa ricorrenza ogni anno, un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Questa giornata di equilibrio della natura è stata poi sancita in una proclamazione per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. Per il Presidente dell’Associazione per lo sviluppo sostenibile A.I.P.U., arch. Luigi Valerio, “è un’occasione per valutare le problematiche del pianeta degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo con il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.”

In occasione di questo evento è stato organizzato un incontro, nell’ambito della collaborazione con il parco regionale Riviera di Ulisse del Contratto di Costa, presso l’Istituto Nautico di Gaeta. È possibile partecipare collegandosi su piattaforma Google Meet all’indirizzo: meet.google.com/xrs-tmgz-zao a partire dalle ore 10:30.

Il Presidente Carmela Cassetta asserisce che “la Giornata della Terra nasce con l’idea di dare a tutti, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal luogo in cui vivono o dalle possibilità economiche, il diritto di vivere in un ambiente sano, equilibrato e sostenibile. “Investi sul tuo pianeta” (Invest in Our Planet) è il titolo di quest’anno della Giornata mondiale della Terra, istituita dalle Nazioni Unite, cui aderiamo anche attraverso questo incontro proposto dell’Associazione AIPU e partecipato da Enti territoriali e da esponenti del mondo scientifico universitario.

Si comincerà con i Saluti alle ore 10,30 della dirigente Maria Rosa Valente, dell’Istituto Tecnico Nautico Giovanni Caboto, a seguire Carmela Cassetta, Presidente del Parco Regionale Riviera di Ulisse, Giorgio De Marchis, Direttore del Parco Regionale Monti Aurunci, Luigi Maria Verrengia, Presidente Parco Regionale di Roccamonfina. Gli interventi saranno: ore 11,00 prof. Adriano Madonna con i Cambiamenti climatici – Fatti e misfatti dell’effetto serra, prof Carlo Donadio Università degli Studi di Napoli, Dip. Scienze della Terra con il Progetto “RomEWInd” Roman Environment Wind Indicators, la dott.ssa Monika Kwaśniewicz, in collegamento con la Polonia con il Progetto di sviluppo turistico in un parco regionale in Polonia ed infine con il prof. Giovanni Onore, in collegamento dall’Equador, con la Biodiversità nella Riserva Naturale di Otonga –Equador. Le conclusioni saranno dell’arch. Luigi Valerio, Presidente dell’associazione A.I.P.U sviluppo sostenibile. Bisogna attivarsi affinché attraverso un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali, responsabilizzare il futuro individuo abitante dell’unico pianeta vivente verso un consumo sostenibile e lo sviluppo di una “green economy“.