Giovani oasi si raccontano. Testimonianze di giovani del territorio, un ciclo di eventi di sensibilizzazione e valorizzazione territoriale che apre uno spaccato su alcune delle principali tematiche sociali e di attualità nel Golfo di Gaeta.

Testimonianze di giovani del territorio, un ciclo di eventi di sensibilizzazione e valorizzazione territoriale che apre uno spaccato su alcune delle principali tematiche sociali e di attualità nel Golfo di Gaeta. Trattasi di quattro serate con protagonisti i giovani, organizzate dal personal brand di comunicazione positiva Desert Miraje™ e il Comune di Gaeta, con l’obiettivo di portare alla luce alcune testimonianze dirette di giovani e giovanissimi, storie che possano ispirare ma anche aiutare a conoscere meglio le nuove generazioni “non in fuga”.

“Ringraziamo per l’iniziativa Miriam Jarrett – commenta la Delegata al welfare Lucia Maltempo – per il supporto ai servizi sociali del comune di Gaeta anche attraverso l’ultima iniziativa promossa “Giovani oasi si raccontano”. Insieme alla rete delle associazioni, in questi anni, siamo riusciti a fronteggiare momenti difficili. La volontà di sostenere il terzo settore è pertanto lodevole”.

È questo lo spirito dell’iniziativa sostenuta dal Comune di Gaeta e da moltissime attività del territorio, che la stanno sponsorizzando e portando avanti, iniziativa che intende far emergere alcune buone pratiche, tra cui: mettere insieme giovani del territorio, ma non solo, coinvolgerli tra testimonianze, esibizioni e promozione, per sensibilizzare la comunità su tematiche di natura sociale (tra cui diversità, ambiente, disabilità, diritti umani, networking, cultura, valorizzazione territoriale, enogastronomia, lavoro, ecc.), coinvolgerli anche dal punto di vista artistico (leggere brani inediti, portare opere artistiche, recitare, fare intrattenimento, intervistare, presentare). Il tutto mentre è possibile degustare prodotti locali offerti da giovani imprenditori del territorio, nel rispetto degli aggiornamenti di DPCM e misure anti covid.
Il biglietto, che prevede accesso alla location, degustazione, testimonianze e intrattenimento culturale, è del costo di 25 euro, posti limitati. Parte del ricavato delle serate sarà devoluto in sostegno del progetto “Reti solidali” del Comune di Gaeta. Sorpresa finale per i presenti. Per info e biglietti telefonare al numero 3203021487.

Si prega di confermare la propria presenza alle varie serate in anticipo, per questioni di spazi e restrizioni anti covid.

Le serate sono quattro:

• Venerdì 30 luglio, Terrazza La Favorita, Gaeta Medievale, 20.30
• Martedì 10 agosto, Terrazza La Favorita, Gaeta Medievale, 20.30, con l’ATS “La Cittadella”
• Lunedì 23 agosto, terrazza della Pinacoteca Antonio Sapone, Gaeta Medievale, 20.30, con l’Associazione Culturale Novecento
• Venerdì 3 settembre, terrazza della Pinacoteca Antonio Sapone, Gaeta Medievale, 20.30, con l’Associazione Culturale Novecento

Perché ogni persona a suo modo attraversa un deserto, ed è grazie al suo miraggio, sogno, obiettivo, idea, speranza che continua a camminare, fino all’oasi della consapevolezza. Soprattutto se è giovane e decide di restare, sebbene sia difficile. Un giovane che resta nella sua terra, invece di portare le proprie competenze e conoscenze altrove, va ascoltato, incoraggiato, sostenuto da quella città. Perché è il futuro, soprattutto il presente.