Giudice di Pace resta a Gaeta, al servizio anche di Formia, Itri e Ventotene: soddisfazione dell’Amministrazione Comunale

L’Ufficio del Giudice di Pace resta a Gaeta. Lo ha deciso il ministro della Giustizia Andrea Orlando, che ha firmato il decreto  con cui si dispone il mantenimento di 285 Uffici dislocati sul territorio nazionale. Vengono cosi premiati gli sforzi dell’Amministrazione Comunale di Gaeta che si è attivata con tempestività, in sinergia con i Comuni di Formia, Itri e Ventotene, per scongiurare il pericolo della soppressione di quest’ultimo presidio giudiziario, presente nel comprensorio del Golfo. Pericolo paventato dalla recente Riforma della Giustizia che ha determinato una nuova geografia giudiziaria.

Il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano accoglie con grande soddisfazione la buona notizia,  e afferma che ” Le azioni svolte in piena sintonia e accordo con gli altri tre Comuni hanno dato i loro frutti. Non possiamo che esserne felici per il  comprensorio, che in tal modo non perde il suo ultimo baluardo  a difesa della giustizia. Un importante traguardo è stato raggiunto a beneficio delle popolazioni dei nostri territori, che facilmente potranno avvalersi dell’Ufficio del Giudice di Pace di Gaeta, senza  essere costretti a percorrere lunghe distanze  o ad aspettare tempi eccessivamente lunghi per la definizione del procedimento. Ancora una volta  è risultato vincente il lavoro di squadra. E’ questa la strada da seguire se si vogliono ottenere risultati importanti per il benessere delle nostre comunità”.

Il Ministero della Giustizia ha, dunque, accolto l’istanza, formulata dai quattro Comuni avvalendosi della facoltà prevista dall’art. 3 comma 2 del Dlgs 156/2012, con la quale si impegnano a mantenere a loro cura e spese l’Ufficio del Giudice di Pace, ubicato nel palazzo di Calegna, diviso fino a poco tempo con la struttura distaccata del  Tribunale di Latina.

Subito dopo l’approvazione dei decreti legislativi 155- 156 /2012 per la riorganizzazione della distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari, l’Amministrazione Mitrano  ha avviato consultazioni ed incontri con i Comuni del Golfo per concretizzare tutte le procedure finalizzate ad impedire la cancellazione dell’Ufficio di Pace di Gaeta. Il 17 ottobre 2012  è stato firmato da Formia, Ventotene, Itri e Gaeta, promotrice dell’iniziativa, un Protocollo d’Intesa ad hoc, ratificato dai relativi Sindaci in data 7 novembre 2012, e di cui il Consiglio Comunale di Gaeta ha preso atto il 31 ottobre 2012. E’ partito così l’iter per richiedere il mantenimento dell’erogazione del servizio giustizia – Giudice di Pace a Gaeta, che si è concluso positivamente con il decreto ministeriale.

Nel suddetto Protocollo è messo nero su bianco l’impegno dei Comuni a sostenere le spese del servizio, in base ed in attuazione del Dlgs 156/2012. A breve il Sindaco Mitrano organizzerà un incontro con i Primi Cittadini di Formia, Itri e Ventotene per dare il via all’iter procedurale – amministrativo che dovrà rendere operativo il decreto ministeriale. Le quattro Amministrazioni sono anche chiamate a predisporre un piano per l’individuazione del personale amministrativo addetto al funzionamento dell’Ufficio del Giudice di Pace di Gaeta, la cui formazione professionale, in ambito giudiziario, sarà a carico del Ministero della Giustizia.

 

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo