Green Pass. Falsi sms o Mail del Ministero della salute. La polizia: «Non cliccate sul link»

Si tratta di un ennesimo caso di phishing che avverte della (finta) clonazione del proprio documento.

«La sua certificazione verde Covid-19 risulta essere clonata, per evitare il blocco è richiesta la verifica dell’identità su dgcgov.valid-utenza.com». Questo il messaggio che sta arrivando ad alcuni contatti telefonici in tutta Italia, avvertendo di una (ipotetica) clonazione del proprio Green Pass. Si tratta, come già successo in altre occasioni, di una truffa, perciò il consiglio che arriva dalla Polizia di Stato è non cliccare sul link. Infatti i dati personali che inseriti vengono rubati.

Non è semplice capire ad una prima occhiata che si tratta di un caso di phishing (la truffa realizzata online attraverso l’inganno degli utenti). Apparentemente infatti il messaggio sembra arrivare proprio dal ministero della Salute e, trattandosi di Green Pass, la prima cosa che viene in mente è fidarsi e aprire il link per non avere problemi di varia natura. Si potrebbe trattare anche di una falsa Mail sempre a firma del Ministero della Salute, con il medesimo intento, ovvero un tentativo di phishing: “Certificazione verde sospesa per uso sospetto”, questo il testo della mail, con l’immancabile link dove gli utenti ignari, dovrebbero cliccare per tornare in possesso del loro green pass. Pertanto è assolutamente indispensabile non cliccare sul Link dedicato e cancellare il messaggio (SMS) o la Mail ricevuti