Gruppo Consiliare Partito Democratico: Questa volta è il crollo dell’amministrazione del sindaco Gaetano.

Le3cshop

Questa volta è il crollo dell’amministrazione del sindaco Gaetano.

Da quel che si apprende sembra che la Corte dei Conti abbia messo gli occhi sul bilancio del Comune di Castelforte. Più volte abbiamo denunciato, durante i consigli per l’approvazione dei consuntivi e dei bilanci di previsione, dell’assoluta non rispondenza dei dati riportati allo stato attuale delle finanze del Comune.

Ci hanno sempre risposto che era tutto in regola, che il bilancio del nostro comune era fedele, trasparente, in regola con le norme. I residui attivi e passivi, per il Sindaco che ha anche la delega ad interim sul bilancio , contenevano dati certi, crediti esigibili.

Questo ci fa dubitare anche sul loro tranquillizzare sui pagamenti da onorare; sul fatto che non esistano debiti fuori bilancio, non esisterebbero poste illegittime come quella dell’avvocato, le anticipazioni di cassa che non sono state coperte entro il 31 dicembre di ogni anno, non esistono cauzioni da incassare per lavori pubblici scomparsi, non esistono pagamenti “strani” come quelli che hanno portato alla risoluzione del contratto Swap con pagamenti di penali.

La richiesta di chiarimenti da parte delle Corte dei Conti, per “gravi irregolarità contabili” , sconfessa due anni di proclami; i giudici parlano “lacune nella pianificazione finanziaria, gravi in quanto inficiano il razionale utilizzo delle risorse in dotazione”.

Di quali risorse parlano e dove sono andate a finire? La nostra impressione, più volte denunciata, è che la gestione amministrativa del nostro comune sia superficiale, con conti fuori controllo, affidata all’imperizia di assessori non competenti, con spese ai limiti della legalità, con debiti che vengono abbandonati nei cassetti o pagati senza essere riportati in bilancio. Prima di arrivare ad un completo dissesto amministrativo, perchè questa maggioranza con un atto di vera onestà intellettuale, non si dichiara incompetente e se ne va a casa? O perseguono un altro obiettivo, quello di ridurre il nostro comune al lastrico? L’unica attività in cui riescono bene è quella dei comunicati trionfali, senza contenuti ma ricchi di fumo e delle “passerelle”.

Poi va aggiunto l’aspetto dell’affido del locale comunale ex anagrafe alla Pro Loco contraddicendo quanto stabilito nel passato e cioè che era importante la visibilità dell’ufficio polizia municipale per tanti motivi cominciando da quelli del controllo del territorio e dep presidio di sicurezza e poi hanno deliberato atti che riguardano la gestione trasparente del comune senza passare per la commissione trasparenza…

Si potrebbe continuare all’infinito! Ma è del tutto inutile…Non c’è né la capacità né la volontà di affrontare i veri problemi…Vorremmo che un giorno se ne rendessero conto, ma soprattutto lo facessero i cittadini che li hanno votati!

Paolo ciorra Giancarlo Cardillo  Segretario Giuseppe rosato