GRUPPO CONSILIARE UDC: BARTOLOMEO STA DIMOSTRANDO DI ESSERE SEMPRE PIU’ IL SINDACO DELL’ODIO

Le3cshop

Abbiamo assistito attoniti alla conferenza stampa del sindaco convocata non per comunicare qualcosa alla città di Formia o ai suoi cittadini bensì per insultare la stampa e le persone.

Che il Sindaco sia in piena crisi di nervi è chiaro ormai a tutti ma arrivare fino a questo è a dir poco incomprensibile. Pronunciare frasi come “giornalisti luridi che compiono operazioni luride” è da persone che ormai non hanno più la bussola e restano arroccate a palazzo non capendo cosa sta accadendo in città. Così mentre il Sindaco da lezioni di giornalismo (a senso unico) la città è in ginocchio ed ai cittadini poco importa delle vicende personali del primo cittadino che per di più non chiarisce nessuna delle situazioni per le quali si è sentito attaccato. Anzi fa peggio. Sulle raccomandazioni Formia Servizi dichiara “Tutti ragazzi senza lavoro che ho aiutato” e ancor più grave “Segnalare non è reato. Lo rifarei”. Tutto ciò in barba ai principi di legalità e trasparenza di cui si era tanto pavoneggiato durante la campagna elettorale e di cui in comune dovrebbe esserci anche una delegata. Ci chiediamo a questo punto a fare cosa. Bene Sindaco crediamo che lei debba delle abbondanti spiegazioni a tutti quei genitori e ragazzi che invece sono senza lavoro da anni e non fanno parte della sua “corte dei miracoli”. I cittadini stanno capendo sempre di più perché lei è contro la costituzione di parte civile della Formia Servizi ma soprattutto perché vuole costituire il carrozzone della Golfo Ambiente che equivale ad altri “posti” e sperperi vari.

Stesso discorso vale per la società Impero Romano “ragazzi che fanno bene il loro lavoro” e nessuno lo ha mai messo in dubbio ma neanche in questo caso ha spiegato come sia possibile che una società nata 5 giorni prima delle elezioni possa prendere affidamenti diretti dal comune.

Neanche sulle vicende della sua famiglia ha ritenuto opportuno dare spiegazioni o forse ci ha provato la Manzo sulla quale preferiamo stendere un velo pietoso e non commentare.

Infine ad una nota emittente locale dichiara che tutto ciò è colpa di “quel gruppo consiliare”, il nostro supponiamo, ma non abbiamo capito reo di fare cosa, forse di fare l’opposizione, l’unica a Formia. Il sindaco forse ci convocherà per una “lezioncina” ma gli diciamo subito che non ne abbiamo bisogno e ci teniamo a sottolineare che quando dobbiamo addebitargli qualcosa lo facciamo con comunicati stampa ufficiali, interrogazioni ed ordini del giorno e non con “operazioni luride”. Questa si chiama democrazia, la stessa per la quale forse oggi non ne sente più bisogno alla luce anche dello scontro di ieri mattina. Alla stampa va naturalmente tutta la nostra solidarietà e vicinanza per un così vile attacco.

E così, non ancora contento, continua con la solfa degli interessi sul piano regolatore generale al cui comando però c’è l’architetto Purini da noi nominato e da lui confermato e che a questo punto crediamo debba dissociarsi da queste fantasie del Sindaco. In tal senso gli chiederemo un incontro pubblico ufficiale alla presenza di Purini. Chi sta inserendo nel piano cemento a gogo, contro la volontà dello stesso Purini, è lo stesso Bartolomeo con la D’Agostino contro la quale l’amministrazione Forte ha vinto tutte le cause per portare avanti progetti di interesse pubblico  come scuole, parcheggi ed aree verdi e no interessi privati.

A questo punto non ci resta che ripetere, per la quinta ed ultima volta, che se il Sindaco è a conoscenza di consiglieri e assessori che stanno o stavano portando avanti “interessi illegittimi sotterranei” nella costituzione del nuovo PRG li denunci e noi lo faremo con lui se invece continuerà con addebitare tali interessi al nostro gruppo consiliare ci vedremo costretti a prendere delle forti posizioni non più solo politiche.

La nostra città è allo sbando senza una guida e cosa ancor più grave senza alcun disegno/progetto  per la stessa ed il nostro sindaco convoca conferenze stampa per attaccare e denigrare i giornalisti.

Avviso ai naviganti: chi disturba il conducente è out!