Guerra in Ucraina: DIFENDI GAETA invita la popolazione a manifestare contro Guerra, Carovita e Governo Draghi

PER IL PANE E PER LA PACE!!! L’assemblea popolare DIFENDI GAETA invita la cittadinanza a scendere in piazza Santi Apostoli a Roma Sabato 26 Febbraio alle 15:00 contro la GUERRA E IL CAROVITA!

I prezzi dell’energia negli ultimi mesi sono esplosi al contrario dei salari che diminuiscono invece di aumentare.

Le politiche internazionali assurde avallate dal governo Draghi e dirette dalla UE e NATO hanno causato un innalzamento spropositato dei costi dell’energia e a pagarne le conseguenze saranno solo ed esclusivamente i cittadini, dato che ancora nessuna misura contenitiva efficiente è stata proposta.

Nel primo trimestre 2022, rispetto al primo trimestre dello scorso anno, si è registrato un aumento del 131% sulle utenze domestiche della luce e del 94% su quelle del gas. È quanto sottolinea Arera, (Autorità di regolazione per energia reti ambiente), in audizione in Senato, spiegando che l’impennata dei prezzi all’ingrosso dell’energia si è riflessa sulle bollette a partire dal secondo semestre 2021.

“Fra gennaio e dicembre – ha chiarito l’Authority – i prezzi medi mensili dei mercati all’ingrosso hanno registrato un aumento di quasi il 500% per quanto riguarda il gas naturale e del 400% circa per l’energia elettrica, un rincaro che si è riversato sui prezzi di vendita nel nostro Paese a partire dal secondo semestre 2021″.

Pare che il governo Draghi non veda neanche la profonda crisi che sta attraversando il Paese, insieme alla crisi pandemica e allo sblocco dei licenziamenti dei lavoratori, questa ennesima “mazzata” impoverisce ulteriormente tutti i cittadini, molti dei quali già facevano fatica ad arrivare a fine mese prima dei rincari.

Siamo seduti su centinaia di bombe atomiche degli americani che sono sul territorio italiano, anche le acque del Golfo di Gaeta sono percorse da sottomarini a propulsione nucleare della Marina militare USA, e da qui non controlliamo niente, non ci è concesso nemmeno un piano di evacuazione civile come previsto dalle normative vigenti in materia, è come avere una pistola puntata alla tempia, e questa la chiamate libertà?

Per questo l’assemblea popolare Difendi Gaeta con un volantinaggio oggi pomeriggio nei pressi dell’ufficio postale, risponde all’appello del Partito Comunista e invita tutta la cittadinanza a scendere in piazza contro la NATO, contro le BOMBE NUCLEARI, contro la GUERRA e contro il GOVERNO DRAGHI, Sabato 26 Febbraio, dando appuntamento per chi parte dal Sud Pontino alla Stazione dei treni di Formia-Gaeta alle ore 12:30.

La mobilitazione è promossa dal Partito Comunista contro la NATO e contro il GOVERNO DRAGHI, e si svolgeranno diverse manifestazioni nei principali capoluoghi italiani, per il Lazio l’appuntamento è alle 15:00 a Roma in Piazza Santi Apostoli.

Partito Comunista Sezione “Mariano Mandolesi” Gaeta

Assemblea popolare DIFENDI GAETA