Handball- UNA GENEROSA GEOTER NON BASTA CONTRO I CAMPIONI D’ITALIA DELLA JUNIOR FASANO

I.T.E. Tallini Castelforte

Geoter GaetaDopo tre vittorie consecutive, la Geoter è costretta a chinare il capo sul 23-33 di fronte ai Campioni d’Italia della Junior Fasano, che invece proseguono il proprio percorso netto con cinque successi su altrettante gare disputate e volano al primo posto in classifica, in coabitazione con la Dorica.

Ma gli applausi del sempre più numeroso pubblico accorso al “PalaSanPietro” di Formia per questo recupero della 4° giornata di campionato (rinviata per impegni di EHF Cup della Junior), a prescindere dal risultato, sono arrivati ugualmente, applausi meritati per una squadra, quella gaetana, che nonostante l’ostico avversario non ha mai smesso di lottare, neanche quando il punteggio la condannava ormai alla resa. Migliori realizzatori tra i biancorossi, Krasovec e Aragona, entrambi a quota 6, mentre per i pugliesi è stato Paolo De Santis a raggiungere la doppia cifra, 10 reti, nonostante l’ottima prestazione sfoderata tra i pali da Emanuele Cienzo, riuscito più volte a sbarrare la strada ai tentativi di incursione degli ospiti. Unico vero rammarico, i numerosi tiri di rigore falliti (6 su 7), che avrebbero quantomeno permesso ai padroni di casa di concludere con uno svantaggio meno pesante.

Fischio d’inizio e difese ermetiche ben schierate, con Cienzo e Fovio protagonisti, tanto che il primo sigillo viene firmato dopo ben 3’ di gioco dall’ex Fondi Molineri. I minuti passano e la Junior mette a segno con Taurian lo 0-2, mentre la Geoter non riesce a sbloccarsi, e al 6’ la coppia Onelli-Bettini decide per il primo time out. Gli effetti sono quelli sperati: Aragona porta i suoi sull’1-2, unica rete nei primi 10’. I fasanesi intanto non perdono tempo e il gap aumenta, 1-4. Ma il diesel Gaeta riesce a scaldarsi nel momento e nel modo giusto, e così Ponticella e Krasovec, con lo zampino di Cienzo, ricuciono lo strappo per la prima (ed unica) parità del match, 4-4, al 13’. Ora è Ancona a fermare tutti. I locali resistono, 5-6 al 17’, ma è proprio sul più bello che Fasano ingrana la marcia e scappa via con un parziale di 5-0, 5-11 al 21’, senza mai essere più raggiunta. Il tentativo di reazione dei locali non va a buon fine, anzi Raupenas e compagni corrono ancora, e al ritorno negli spogliatoi il tabellone parla già di 7-16, +9. Nella ripresa, alla Junior basta solo gestire il vantaggio ipotecato, toccando anche quota +12 al 5’, 9-21, e al 26’, 20-32. Ai biancorossi non rimane altro da fare che limitare i danni, fino al definitivo 23-33.

La Geoter, che la prossima settimana osserverà il previsto turno di riposo, diventa il nuovo spartiacque della classifica, posizionandosi al 5° posto con un bottino di 9 punti, gli stessi di Benevento e Albatro.

Prossimo appuntamento fissato per il 15 novembre, quando al Palasport di Fondi andrà in scena il tanto atteso derby al cospetto dell’Hc Banca Popolare di Fondi di coach Giacinto De Santis.

GEOTER GAETA – JUNIOR FASANO 23-33 (p.t. 7-16)

GEOTER GAETA: Di Palma, La Monica, Recchiuti 4, Marciano 1, Aragona 6, Onelli, Cienzo, Krasovec 6, Martino, Antetomaso 1, Ponticella 3, Bufoli 1, Florio, Capomaccio 1. All.: Paolo Bettini

JUNIOR FASANO: Taurian 5, Marino 2, Maione, De Santis P. 10, Raupenas 6, Giannoccaro 3, Molineri 6, Brzic, Fovio, De Santis L. 1, Cedro, Rubino. All.: Francesco Ancona

ARBITRI: Dionisi – Maccarone