I Campioni D’ITALIA RICEVUTI DA SINDACO E ASSESSORE ALLO SPORT IN AULA CONSILIARE

I.T.E. Tallini Castelforte

 Comunicato stampa del 6 giugno 2015
Mitrano: “Siete un esempio di concretezza; il nuovo palazzetto entro la fine del 2016”;

Ridolfi: “Vittoria frutto di lavoro e sacrifici”

Gaeta, sabato 6 giugno 2015 – “Sono molto emozionato, siete un esempio di concretezza”. È con queste parole che il Sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, ha accolto presso l’Aula Consiliare i Campioni d’Italia del Gaeta Sporting Club, alla presenza dell’Assessore allo sport, Luigi Ridolfi, dei dirigenti biancorossi e dei tanti sostenitori accorsi per festeggiare i guerrieri gaetani. “Non mi aspettavo questo grande risultato – ha proseguito Mitrano – avete dimostrato di avere un grande attaccamento alla città e alla maglia biancorossa. Portare qui a Gaeta lo scudetto ci inorgoglisce tanto, perché lo sport rappresenta l’essenza fondamentale per dare un messaggio positivo ai nostri ragazzi. Per me è un onore ricevervi, e devo complimentarmi ancora di più con tutti voi, con la squadra, i tecnici, i dirigenti, perché purtroppo siete costretti ad allenarvi in una struttura fatiscente, ostacolo con cui non hanno dovuto invece fare i conti molti dei vostri avversari. Questa vittoria, però, mi costringe a lavorare ancor di più per raggiungere il nostro obiettivo: realizzare il nuovo palazzetto dello sport. E vi assicuro che vi farò passare lo ‘sfizio’ di giocare in casa nella nostra città”. Palazzetto che potrebbe essere inaugurato entro la fine del 2016: “Bisogna dire che il costo per il nuovo palazzetto sarà di circa tre milioni di euro, ma abbiamo trovato concretamente il modo di trovare risorse. Se riusciremo ad accendere il mutuo prima dell’estate e ad aprire il bando tra settembre e ottobre, considerati i tempi tecnici e le valutazioni necessarie, potremmo iniziare i lavori tra marzo e giugno 2016 e inaugurare la nuova struttura entro la fine del 2016, al massimo agli inizi del 2017. A questo punto, però, dobbiamo fare una scommessa: noi facciamo il palazzetto, voi ci portate lo scudetto di Serie A, un’impresa che ricordo sfiorata in semifinale con il grande Pavle Jurina”.
 Visibilmente emozionato anche l’Assessore allo sport, Luigi Ridolfi: “Questa vittoria è frutto di tanto lavoro, di tanti sacrifici, e assume un significato molto importante sia a livello sportivo che per la città. Devo dire che non sono rimasto sorpreso da questo risultato, la settimana prima della partenza mi ero ritrovato a parlare col presidente, e insieme ci eravamo resi conto che c’erano tutti i numeri per arrivare fino in fondo. Nonostante tante difficoltà, tante squadre preparate, Gaeta ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno, soprattutto nella pallamano. Questo successo risulta di rilievo anche in prospettiva futura, con la speranza di poter dare la possibilità a tutti i ragazzi di praticare questo sport in un ambiente consono, in una struttura davvero idonea, e speriamo di riuscirci nel più breve tempo possibile, magari prima del termine di questa consiliatura”.
A prendere la parola è stato poi proprio il presidente Francesco Antetomaso, con le idee già orientate verso il futuro: “Voglio innanzitutto ringraziare tutti coloro che ci hanno accompagnato in questi ultimi quattro anni, da quando è partito il nostro progetto. Il nostro settore giovanile era praticamente pari a zero. In questi 21 anni di mia presidenza, abbiamo profuso tantissime energie, ma adesso la nostra soddisfazione è immensa. A Conversano siamo stati bravi, è scesa in campo una squadra compatta, che ha lottato unita e ha giocato per un unico obiettivo, come non avevo mai visto prima: lì siamo diventati tutti gladiatori. A spingerci è stata la fame di vittoria, forse i nostri avversari del Cologne erano già sazi. Adesso ci godiamo la vittoria, ma nei prossimi giorni saremo già operativi per formare la nuova squadra: quest’anno abbiamo fatto bene, ora dobbiamo fare meglio. Non so se vinceremo ancora, ma il nostro impegno sarà sicuramente massimo. Spero che, grazie a questo risultato, gli imprenditori gaetani vogliano avvicinarsi alla nostra realtà, perché andare avanti diventa difficoltoso, e anche se noi siamo bravi a superare le difficoltà, vorremmo una mano. Devo, infine, strappare una promessa al Sindaco: aiutateci economicamente affinché possiamo allenarci almeno due volte alla settimana sul campo di Formia, dove disputiamo le nostre gare interne”. Si spera ancora per poco. Anche il direttore generale, Adriano La Croix, ha ribadito che “per noi giocare fuori casa è giocare in casa, ma nonostante tutto abbiamo dimostrato ancora una volta, come ha sempre fatto il Gaeta Sporting Club, di saper ottenere risultati di prestigio, che tutti riconoscono e apprezzano”. Per complimentarsi con la squadra sono intervenuti anche Enzo Zottola e Gianni Grasso, storici dirigenti del sodalizio biancorosso, il direttore sportivo Pierpaolo Matarazzo, che ha sottolineato che “con 10€ ci siamo seduti al tavolo da 100€ e abbiamo anche vinto” e il dirigente Vincenzo Lunardo, che ha ringraziato i ragazzi “per aver fatto qualcosa che assomiglia ad un miracolo”. Il Sindaco Mitrano e l’Assessore Ridolfi hanno poi consegnato a squadra, staff tecnico – con coach Paolo Bettini che ha voluto ringraziare i suoi ragazzi per le emozioni regalate e i sostenitori presenti a Conversano – e dirigenti una medaglia e alla società una targa ricordo, mentre patron Antetomaso ha ricambiato con due maglie societarie arricchite dallo scudetto tricolore, per questa impresa che rimarrà per sempre nella storia del Gaeta Sporting Club e dello sport gaetano.

Alessandra Aprile

Ufficio Stampa Gaeta Sporting Club

I commenti sono bloccati.