Il candidato a Sindaco di Minturno incontra i residenti della contrada Vaglio

Delusione e rabbia. Sono questi i sentimenti emersi nell’incontro che il candidato a Sindaco di Minturno di Fratelli D’Italia Avv. Pino D’Amici ha tenuto sabato pomeriggio con i residenti della contrada Vaglio a Scauri, divenuta ormai da tempo un vero e proprio quartiere residenziale situato in un’area periferica ma strategica, adiacente a Penitro e alla Superstrada Formia-Cassino. Un incontro molto partecipato, nel corso del quale le persone presenti hanno espresso il rammarico per la totale mancanza di interventi di ordinaria amministrazione come la sistemazione delle strade o il semplice sfalcio dell’erba. Problemi comuni già registrati anche negli altri incontri svolti nelle frazioni collinari.

“Le esigenze, legittime, dei residenti del Vaglio – dichiara D’Amici, affiancato dai candidati al consiglio comunale del posto Antonietta Tuccillo e Salvatore Varriale – riguardano lo stato di pericolosità delle strade, che sono strette e malandate. A questo si aggiunge la scarsa visibilità a causa della vegetazione spontanea che non viene ripulita da anni e che al tempo stesso crea un serio pericolo di incendio. Ho proposto l’allargamento di un tratto stradale laddove si possa trovare un accordo con l’esproprio o la cessione volontaria da parte dei proprietari dei terreni. Uno di questi è di proprietà della Chiesa dell’Immacolata, con la quale si potrebbe ipotizzare una sorta di accordo”.
La nota dolente, secondo quanto raccontato dai residenti, è che, appresa la notizia dell’incontro del candidato a Sindaco di Fratelli d’Italia, il giorno prima è stata pulita una parte di Via Petrosi con lo sfalcio dell’erba di un solo tratto stradale.

“Sono anni – continua D’Amici – che i residenti attendono interventi importanti, tra questi l’impianto fognario che era stato promesso dall’amministrazione comunale ma non c’è stato un seguito alle parole. Altra questione riguarda la pubblica illuminazione, piuttosto carente e addirittura da oltre un anno i cittadini hanno richiesto di mettere in sicurezza un palo malandato con la sostituzione della lampada rotta: il Comune non è mai intervenuto”.

Tra le richieste espresse dai residenti del Vaglio figurano la predisposizione della segnaletica stradale, dell’apposizione dei numeri civici e anche la necessità di costituire un centro di aggregazione. Per quest’ultima richiesta il candidato D’Amici ha preso in carico questa legittima esigenza asserendo di farsi portavoce verso la parrocchia proprietaria del Campetto dei Monaci per dare la propria disponibilità alla realizzazione di un’area giochi e di ritrovo per anziani e bambini.

Una questione molto importante è stata quella relativa al ponte della superstrada sul quale transitano anche mezzi pesanti, perché quella strada sebbene si tratti di una via interna consente di raggiungere immediatamente la Superstrada Formia-Cassino. Il traffico è molto intenso in quanto c’è la presenza dell’Istituto “Fermi Filangieri” per Geometri di Penitro, raggiunto da tanti studenti in scooter e rappresenta quindi un pericolo per adolescenti e bambini.

“Ho ribadito – prosegue D’Amici – che il nostro impegno, per quanto riguarda l’ordinaria amministrazione, sarà costante attraverso una seria programmazione degli interventi mentre per le opere straordinarie andrà valuta di volta in volta la fattibilità. Ho percepito entusiasmo verso la nostra proposta politica e le proposte sulla contrada Vaglio che abbiamo formulato. Il rapporto della nostra amministrazione con i cittadini sarà costante e, analogamente a quanto avverrà per le frazioni collinari, si potrà attivare una consulta della contrada con la partecipazione dei consiglieri del posto. Lascia perplessi – conclude D’Amici – che neanche l’ordinaria amministrazione venga garantita in zone più periferiche ma che dovrebbero essere servite come le altre più centrali. Sono mancati interventi semplici come coprire una buca in strada e questo non deve più accadere”.