Il Meta Formia si inceppa sul più bello.

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Tanto amaro in bocca ma la consapevolezza di aver imparato un’altra lezione dal parquet questa l’eredità del match tra Meta Formia e Smith Roma terminata 70 a 72.

La gara tra i fanalini di coda che in campionati diversi sarebbe stata uno scontro diretto per la salvezza e non solo per l’onore della vittoria, prima della palla a due lascia intuire che entrambi i roster ci tengono a portare a casa la posta per togliere lo 0 in classifica che poco dona al morale, coach Ticconi deve fare a meno di Bertin, Mauriello e Antoniani portando con se i giovani Improda e Ciccaglione giocatori dell’under entrambi di Formia.

La gara vede un primo quarto incerto con il tabellone che viaggia sulle montagne russe fermandosi sul 22 a 23 per gli ospiti con Incitti ed Odone pronti a punire sulla lunga distanza mentre per gli ospiti Fabrizi fa la voce grossa sotto la plancia, nel secondo periodo la Smith va in sofferenza con capitan La Mura che guida la rimonta dei suoi firmando 9 punti personali nel periodo e portando al riposo lungo il punteggio sul 44 a 32 facendo registrare il parziale di 22 a 9.

Il ritorno dagli spogliatoi è traumatizzante per i ragazzi di coach Ticconi che restano fermi al palo per ben  5 minuti mentre la squadra di Libutti risale la china salvo poi cedere alla formazione del Presidente Polidori che di prepotenza e tanto Incitti, tre triple consecutive per lui, ristabiliscono le distanze con il parziale di 16 a 10 e mettendo in cascina un 60 a 42 che lascia presagire un buon finale di gara.

Ma il basket è uno sport spettacolare fatto di tanti fattori non solo atletici, la Smit si rialza proprio nell’ultimo quarto compiendo un impresa che, aldilà della fede sportiva,  fa amare ancora di più questo sport piazzando un parziale di 30 a 10, figlio di un gioco asfissiante e con Fabrizi che si riprende segnando 14 punti personali.

Il Meta paga tutta la sua gioventù ed inesperienza non riuscendo a gestire palla davanti un avversario che gioca il quarto della vita e cedendo alla fine a rabbia e sconforto che devono lasciare il posto a voglia di riscatto e ad esperienza che va acquisita anche così perdendo di muso corto per 70 a 72.

Miglior realizzatore in campo Incitti con 24 punti e Macera 13 mentre tra gli ospiti Fabrizi 23 e Zollo 18 personali.

Giuseppe Capuano

Parziali: 22-23 / 22-9 / 16-10 / 10-30

Formia Basketball: Macera 13, Improda 4, Parasmo, Antoniani, Garofalo 9, Incitti 24, Odone 8, La Mura 12, Ciccaglione, La Mura.

Smit Roma: Zollo 18, Pinfildi 2, Filippo, Marchegiani 8, Spinosa 1, Angarica 1, Corvo 17, Tripi, Bonarrigo, Fabrizi 23, Martinelli 2.

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/