Incontro dei sindaci con la dirigente del Settore Ambiente per un confronto sulla problematica degli abbruciamenti degli scarti vegetali agricoli.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Questa mattina presso la Provincia di Latina si è svolto il previsto incontro dei sindaci con la dirigente del Settore Ambiente dott.ssa Valle per un confronto sulla problematica degli abbruciamenti degli scarti vegetali agricoli.

“La problematica -dice il Sindaco Patrizia Gaetano- è stata esaminata con grande attenzione e responsabilità sia alla luce della legge vigente che delle situazioni concrete che sono emerse da una analisi dettagliata delle varie realtà territoriali della provincia. Al termine dell’incontro si è convenuto che i Sindaci soprattutto in quanto massima autorità sanitaria emetteranno una specifica ordinanza il cui testo unico è allo studio. Questa comune assunzione di responsabilità da parte dei Sindaci si fonda sulla necessità di assicurare prima di tutto la tutela della salute pubblica che potrebbe essere a rischio. Inoltre l’ordinanza prevederà la possibilità di procedere nel rispetto di una serie di prescrizioni che saranno opportunamente elencate e sarà in vigore limitatamente al tempo della potatura. L’ordinanza sarà comunque provvisoria e avrà effetto nelle more della stipula di un “Accordo di programma che veda coinvolti i Sindaci, la Provincia e la Regione”.

“Tale Accordo di programma -puntualizza il Sindaco Paolo Graziano- dovrà tenere conto delle situazioni sanitarie che potrebbero derivare da un abbandono dei fondi agricoli messi in ginocchio da una normativa che appare, per molti versi cieca, rispetto alle situazioni concrete. Inoltre terrà conto della situazione dei territori ed in particolare di quelli montani quasi tutti non raggiungibili adeguatamente con idonei mezzi meccanici il cui impiego è comunque costoso e antieconomico rispetto al reddito che i piccoli proprietari terrieri possono sostenere.

Inoltre si terrà conto della già grave situazione economica in cui versano le piccole aziende agricole esistenti in provincia le quali a causa della attuale normativa si vedrebbero costrette di fatto ad abbandonare le coltivazioni con una ulteriore grave ripercussione sia sull’economia agricola sia rispetto a possibili conseguenze di natura sanitarie che ne potrebbero derivare. Merita inoltre di essere sottolineato che l’abbandono dei fondi potrebbe determinare già nell’immediato pericoli di incendi ancora maggiori derivanti dal un aumento delle possibilità di innesco dovuto alla crescita indiscriminate di alberi, arbusti e sterpaglia con danni certamente enormi per l’intero ecosistema”.

In conclusione già nei prossimi giorni i Sindaci procederanno nella direzione indicata mentre la provincia coordinerà un tavolo tecnico al quale dovrà essere presente la Regione per sancire l’Accordo di Programma di cui si propone la sottoscrizione a tutela di tutti e per una maggiore sicurezza del territorio sotto i vari profili.

le3cshop.com