Insieme Ausonia, Puccinelli: Staff e società encomiabili

Francesco Puccinelli è arrivato alla corte dell’Insieme Ausonia la scorsa estate rappresentando uno dei tanti innesti di valore per compiere la scalata per la D. E così è stato, con il classe ’92 divenuto subito uno dei pilastri della formazione biancoblù seppur giocando in ruolo non propriamente suo. Mister Amato lo ha infatti arretrato nella linea difensiva con esiti sicuramente positivi, come lo stesso giocatore ci racconterà qualche riga più tardi. Intanto, Puccinelli analizza questo inedito momento che tutti stiamo attraversando trovandosi in totale accordo con quanto fatto capire dal Ministro dello Sport Spadafora circa la sospensione definitiva dell’attuale stagione. “Stiamo vivendo sicuramente un momento insolito e che non era mai capitato – sostiene Puccinelli – e credo che riprendere il campionato sarebbe stato molto rischioso soprattutto per questioni igienico sanitarie. Alcuni stadi non hanno spogliatoi attrezzati per le nuove normative e dunque meglio fermarsi qui. Sono pienamente d’accordo con questa decisione”. E in chiave Serie D il giocatore afferma: “Se non potremo conquistarla sul campo spero che ci arriveremo dalla porta secondaria. Credo sia opportuno premiare le squadre che sono state prime praticamente per tutta la stagione, che avevano vinto gli scontri diretti e che comunque avevano scavato un solco importante sulle inseguitrici. Spero che i meriti sportivi emergano nei criteri di ammissione al prossimo campionato. Riguardo la nostra stagione i numeri ci hanno sicuramente aiutato, siamo sempre stati sul pezzo ed anche quando avevamo raccolto cinque pareggi consecutivi non ci siamo mai demoralizzati, tant’è che allo scontro diretto con il Gaeta abbiamo disputato una grandissima prestazione dimostrando tutto il nostro valore. Credo sia stata proprio quella la partita chiave del campionato”. Riguardo il suo inserimento e al nuovo ruolo che gli ha assegnato il tecnico Puccinelli afferma: “Anche il mio ambientamento è stato sicuramente facilitato dai risultati ottenuti sin da subito. Inoltre, il mister mi ha chiesto di giocare in difesa per far partire l’azione da dietro considerando che sono un mediano, mi sono trovato bene in questo ruolo compensando le caratteristiche di altri difensori come ad esempio Altobelli e Pirolozzi. Concludo con un ringraziamento speciale per lo staff, che si è rivelato di altissimo profilo, e per il club, che nonostante le difficoltà attuali si è dimostrato davvero encomiabile a 360 gradi”. 

Ufficio Stampa Insieme Ausonia