Latina: Commissione Istruzione. Un nuovo asilo nido comunale e più posti per i bambini

pubblicità

Servizio di gestione degli asili nido comunali e affidamento del servizio di supporto alle attività didattiche ed ausiliarie per gli asili nido e le scuole dell’infanzia comunali paritarie. Entrambe le gare sono state vinte dalla cooperativa Gialla, rispettivamente per 4,2 milioni e per 2,5 milioni relativamente al triennio 2023/2026.

“La novità più importante, dichiarato l’assessore Tesone, alla commissione Istruzione presieduta dal consigliere Giuseppe Coriddi, insieme al dirigente del servizio Pubblica istruzione Marco Turriziani, riguarda un nuovo asilo comunale e più posti per bambini. Da quest’anno, infatti, ai nido di via Budapest, via Aniene e via Gran Sasso d’Italia si aggiunge quello di via Bachelet e i posti sono passati a 56. Un passo importante per venire incontro alle esigenze delle famiglie e garantire un migliore accesso ai servizi di assistenza all’infanzia nella comunità”. Per gli asili nido il giorno 8 settembre il Comune ha informato gli utenti che gli uffici hanno inviato note informative per i bambini ammessi, come da graduatorie già pubblicate sull’albo pretorio. I genitori hanno contattato gli asili nido per organizzare l’inserimento dei bambini e, subito, il servizio sarà operativo e a pieno regime. “Ringrazio gli uffici – continua Tesone – anche per il capillare lavoro di verifica sul rispetto delle clausole previste dal capitolato di appalto. Continueremo a vigilare su tutte le scuole, soprattutto in merito al cibo biologico perché riteniamo che una corretta alimentazione costituisca, insieme alle attività pedagogiche, un ingrediente importante nella crescita del bambino”.

Un’altra questione affrontata è stata quella della scuola comunale paritaria dell’infanzia San Marco. “E’ una delle situazioni più critiche ereditate – conclude – ma da subito ci siamo rimboccati le maniche per offrire il miglior servizio agli studenti. Da quest’anno, come anticipato, non ci saranno le religiose che hanno lasciato il plesso per motivi non legati all’amministrazione comunale. La scuola resterà comunque attiva e con un’ottima offerta formativa. Sono terminati i lavori di pavimentazione nelle aule e, finalmente, i bambini potranno tornare a mangiare alla mensa e non più a rotazione. Resta una parte della scuola interdetta per altri lavori, che stiamo programmando”.

Pubblicità