LAZIO. FONDI UE, OK CON EMENDAMENTI AL PIANO DELLA GIUNTA

Parere favorevole, a maggioranza, all’ipotesi di allocazione degli oltre 2,6 miliardi di euro di Fondi strutturali europei d’investimento (Fondi Sie) formulata dalla Giunta regionale per i prossimi sette anni. Dalla IV commissione Bilancio, presieduta da Mauro Buschini (Pd), e della II commissione Affari comunitari, presieduta da Piero Petrassi (Centro democratico), riunite in seduta congiunta è arrivato il via libera alla proposta di deliberazione consiliare n. 26, concernente le “Linee di indirizzo per un uso efficiente delle risorse finanziarie destinate allo sviluppo 2014-2020”. Il testo destinato all’Aula consiliare ha ottenuto il parere favorevole delle due commissioni con diversi emendamenti sia della maggioranza sia dell’opposizione. Nel corso della discussione l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, ha spiegato che il piano è formulato anche in ottica in cui la Regione svolge la funzione di “service” per i comuni del Lazio.

Presentati 182 emendamenti, un sub emendamento, nel corso dei lavori Francesco Storace (la Destra verso An) ha ritirato un corposo pacchetto di suoi emendamenti. Gaia Pernarella (M5s) ha manifestato apprezzamento verso il lavoro dell’assessore Sartore, sull’aggiornamento dei dati Istat che, nella versione originaria del provvedimento si basavano solo sul 2010. “E’ importante – ha sostenuto Pernarella – conoscere in questi casi non solo il dato preciso, ma anche l’andamento del dato nel tempo”.

Al termine della seduta il presidente della commissione Affari comunitari, Petrassi, ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto: “in sole due sedute, abbiamo preparato un testo di legge molto importante, condiviso, e che, tra le tante cose, punta all’inclusione sociale”.

“E’ stato fatto un ottimo lavoro – ha dichiarato il presidente della commissione Bilancio, Buschini – In grande sintonia sono stati formulati molti emendamenti da parte delle commissioni. Andremo presto in aula e presenteremo all’Europa un piano di grande concretezza per la nostra Regione”.