LETTERA APERTA ALLA CITTA’ DI CASORIA: INCONTRO A.N.I.D.A. AL COMUNE, MA MANCA L’ASSESSORE, E’ POLEMICA!!

“L’Amministrazione Comunale di Casoria si disinteressa totalmente dei problemi dei Diversamente Abili della città. Devo amaramente constatarlo dopo quanto di inaudito è accaduto nell’ incontro previsto per oggi tra l’A.N.I.D.A., Associazione Nazionale Italiana Diversamente Abili, da me presieduta a livello nazionale e l’Amministrazione Comunale di Casoria.

All’incontro erano presenti per l’A.N.I.D.A., oltre me, il coordinatore dell’area nord Vincenzo Barone e la coordinatrice femminile cittadina Maria Fernandez. Per l’Amministrazione Comunale erano previste le presenze del sindaco Vincenzo Carfora, del vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Sergio D’Anna, dell’assessore alle politiche sociali Luisa Marro e di quello all’ambiente Pasquale Tignola.

Purtroppo, sono stati effettivamente presenti solo il sindaco e l’assessore all’ambiente Tignola.

Ritengo grave ed inspiegabile soprattutto l’assenza dell’assessore alle politiche sociali, che non ha nemmeno ritenuto di avvisare o dare spiegazioni del suo mancato intervento, visto che l’incontro aveva ad oggetto proprio i problemi dei Diversamente Abili suoi concittadini, da cui è stata eletta consigliere comunale prima di essere nominata assessore. La riunione in un primo tempo doveva tenersi ieri, ma per la totale assenza della delegazione comunale è stata rinviata ad oggi. Sono sbalordito da tale disdicevole atteggiamento. E’ inaudito che un sindaco non abbia l’autorevolezza per garantire la presenza degli assessori da egli stesso nominati e di prendere impegni scaricando ogni responsabilità solo sugli assessori.

L’A.N.I.D.A. ribadisce ancora una volta che i problemi dei Diversamente Abili sono di enorme importanza per una comunità civile. Temiamo purtroppo per i cittadini, che alcune forze politiche in questo momento siano più interessate alle “primarie” dell’ 8 dicembre che non ai problemi atavici dei Diversamente Abili, che aspettano da troppo tempo una soluzione. Chiediamo a tutte le forze politiche della città un fattivo interessamento per i Diversamente Abili, superando interessi di bottega.

L’ A.N.I.D.A. non si fermerà di fronte a questo atteggiamento inqualificabile e continuerà a tenere alta l’attenzione nei confronti dei cittadini meno tutelati. Chiediamo a tutti i partiti attivi in città di condannare questi atteggiamenti e contributi fattivi per alleviare i disagi dei Diversamente Abili, inoltre chiediamo le dimissioni del sindaco e dell’assessore alle politiche sociali e la convocazione di una seduta del Consiglio Comunale ad hoc sui problemi dei Diversamente Abili della nostra città

 

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo