Libridamare a Sperlonga 2022: venerdì 5 agosto Stefano Bordiglioni, cantastorie sulle orme di Rodari, racconta le sue favole in musica e insegna ai bambini a inventare storie

Pubblicità

Pubblicità

Al Porto turistico, presso la Banchina Capovento, il celebre autore per l’infanzia
incontra i bambini di tutte le età e le loro famiglie con i suoi “Giochi di Scrittura”:
una serata all’insegna della fantasia, della musica e della creatività

È con Stefano Bordiglioni, al Porto di Sperlonga, venerdì 5 agosto alle 21:00, il primo atteso
appuntamento di “Libridamare a Sperlonga 2022”: la rassegna rassegna letteraria che il Porto
turistico sperlongano realizza fino al 10 settembre, in collaborazione con l’Associazione Posidonia,
e che torna finalmente per la sua la sesta edizione, dopo due anni di stop per la pandemia, con il
sottotitolo “Scrittori in balia delle onde”.
L’appuntamento è in darsena, presso la Banchina Capovento.

L’ingresso è gratuito.


Il Porto di Sperlonga, da quest’anno Bandiera Blu anche per le iniziative di cultura ambientale, gioca
con l’idea degli scrittori come naviganti e del porto come luogo materiale e immateriale.
Il 5 agosto Bordiglioni, maestro elementare, bestseller della letteratura per bambini (da “Diario di una
bambina troppo occupata” a “Questi pazzi, pazzi animali”) presenterà il suo “Giochi di Scrittura”
(Einaudi Ragazzi), accompagnandosi con la chitarra. Dal libro, come da «uno scatolone di giocattoli
nella stanza di un bambino», lo scrittore estrarrà favole alla rovescia come “Cappuccetto Zozzo” e
“Cappuccetto Tonto”, mini filastrocche, diari e ricette fantastici, lettere segrete e “pubblicità bugiarde”,
e mostrerà ai bambini come diventare a loro volta autori di storie utilizzando espedienti creativi,
modelli di scrittura, e soprattutto la meravigliosa ricchezza della lingua italiana.


L’autore arriverà in darsena a bordo di una piccola barca e il tema del mare ispirerà l’incontro,
intitolato “Il capitano è tornato”, in omaggio al libro di Bordiglioni “Il capitano e la sua nave”, in cui
un maestro trasforma la sua classe in una ciurma, e l’anno scolastico in un’avventura marinaresca.
«Come scrittore-marinaio, porto le storie e le canzoni nate a scuola, per e con i miei ragazzi»
spiega Bordiglioni. «E porto i giochi di scrittura che facevo con loro o inventavo per loro. Io sono
stato per 38 anni l’insegnante di Italiano, il maestro a righe. La metafora della nave l’ho inventata
il primo giorno di una prima elementare e credo che sia ancora più che valida. La scuola è davvero
un vascello che affronta un lungo viaggio verso una meta lontana. I passeggeri dovranno trovare un
equilibrio e convivere collaborando, per raggiungere il porto d’attracco, lontano mesi, se non anni ».


Altri cinque incontri di Libridamare seguiranno in darsena, tra musica e performance d’attore:
“Enea Vs Ulisse” con Giorgio Anastasio e Simone Di Biasio (PP Storie, 12 agosto);

“Corsari a Sperlonga” con Giovanni Pesiri (“Il sacco e rovina di Sperlonga nel 1623”, 19 agosto);

“Chi ha paura delle scienziate?” con Vichi De Marchi e Roberta Fulci (“Ragazze per l’ambiente”, 26 agosto);
“L’attrazione degli opposti” con Renzo Paris (“Pasolini e Moravia. Due volti dello scandalo”, 3
settembre);

fino a Luca Ward, per “Un calice di cinema” (“Il talento di essere nessuno”, 10 settembre).

L’iniziativa si svolge in collaborazione con IForD, Sperlonga Turismo, Museo Villa di Tiberio, Federlazio,
Libreria Il Pavone, Libreria Il Seme, Pidipupi Asilo Nido.