LISTA CIVICA Con Noi Donne in risposta ad alcune dichiarazioni di consiglieri del comune di Minturno

Nel contesto storico e politico nazionale appare veramente inspiegabile ed inaccettabile l’affermazione del consigliere Faticoni sul ruolo delle liste civiche di maggioranza ed i commenti di altri consiglieri che hanno esteso il commento a tutte le civiche. L’apporto della società civile che si aggrega e che non è disponibile a rinunciare alla propria identità, laddove spesso a livello locale idee ed uomini non collimino, barattandola per inseguire scenari e sentori locali e nazionali spesso per mero opportunismo, è politicamente utile e moralmente caratterizzante ed un punto di forza e non di debolezza, elemento di vanto che non esclude concretezza o altezza degli obiettivi.

Le coordinatrici delle lista civica “Con noi donne”, Vanda Anselmi ed Irene Sparagna, intendono tranquillizzare gli esponenti del nuovo centro destra ed i vari consiglieri, su di una ipotetica debolezza della loro proposta politica; la nostra forza è la coerenza, la lealtà, lo spirito di servizio e, soprattutto, la vicinanza e non l’asservimento, a tutti i riferimenti istituzionali.

Come lista Con Noi Donne rivendichiamo la primogenitura di alcune delle proposte a nostro giudizio più interessanti delle ultime amministrative e soprattutto capaci di porre un freno alla decadenza della nostra cittadina allontanandola da un futuro di decadenza e di possibile perdita di identità con l’ineluttabile accorpamento ad altri comuni come prevedibile futuro prossimo della riorganizzazione strutturale dello stato.

L’obiettivo 25.000 residenti, il porto turistico al Garigliano, l’Hospice, una facoltà universitaria di riabilitazione presso il riformando ospedale, una rielettura del turismo con l’adeguamento alle nuove tempistiche (7-15gg), un piano di ristrutturazione delle strutture ricettive, uno sforzo organizzativo per offrire opportunità ai possibili maggiori fruitori del nostro territorio (famiglie-bambini e ragazzi da 0 a 13 anni); revisione del regolamento comunale con la presenza di tecnici a consulenza degli assessori votati alla presenza sul territorio.

Ecco alcuni spunti ma, soprattutto l’affermazione della dignità delle liste civiche, una dignità che oggi abbiamo inteso difendere nell’attesa che l’esperienza destabilizzante Grillo (25% a livello nazionale), che pare non abbia insegnato nulla ad alcuni dei nostri politici, sia superata per una armoniosa collaborazione tra liste civile e le migliori espressioni dei partiti.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo