Formia: Martedì 28 giugno alle ore 21.00 presso la restaurata Corte comunale si terrà lo spettacolo dedicato al Pittore Antonio Sicurezza “Il Maranolese”

Pubblicità

L’Amministrazione comunale di Formia per inaugurare il ripristino della Corte Comunale da adibire a teatro all’aperto accoglie la proposta dell’Associazione Culturale Il Setaccio di mettere in scena gratuitamente  un racconto teatrale  sugli inizi della attività artistica del Pittore Antonio Sicurezza.

Martedì 28 giugno 2022, ore 21 presso la Corte comunale restaurata, andrà in scena la rappresentazione teatrale                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      

“IL PITTORE ANTONIO SICUREZZA  “IL MARANOLESE” 

                        scritta e diretta da  Antonio Forte                                   

Lo spettacolo è nato per presentare gli affreschi restaurati della cappella di Sant’Antonio nella chiesa dell’Annunziata, dopo che erano stati danneggiati dagli eventi bellici dell’ultima guerra nel 1943: La commedia  narra il periodo maranolese, l’inizio della prestigiosa  carriera artistica di Antonio Sicurezza.

Compaiono in scena oltre al pittore (Arturo Grimaldi) e la moglie Virginia (Anna D’Elia), Il parroco  del tempo don Carlo Piccolini (Francesco Guglielmo), il farmacista Saverio Riccardelli (Bruno Marricco), la perpetua Immacolata (Anna Forte) e altri personaggi minori che impreziosiscono lo spettacolo con caratterizzazioni brillanti e a volte comiche: (Gino De Meo, Betrice Matarese, Peppe Balsano, Anna Riforgiato, Pietro Todaro, Franco Capodiferro, Assunta  Fermo, Giulia Forte).

In scena anche un gruppo di bambini e bambine, i cherubini,  che il Pittore prese come modelli, adolescenti  maranolesi,  per affrescare la nicchia di Sant’Antonio.

Lo spettacolo anche se con citazioni storiche e culturali, è risultato piacevole nella prima rappresentazione messa in scena in occasione della festività del santo lusitano il 10 giugno scorso a Maranola.

Gli attori amatoriali della compagnia Il Setaccio e lo staff tecnico (Angelo Vito Alfonsi, Gino Gaudenzi, Antonio Riccardi, Vito Bianco, Peppe Forte, Lucia Colangelo) coordinati dal regista–autore Antonio Forte ce la metteranno  tutta per far apprezzare a tutti l’arte del virtuoso pittore da S.M. Capuavetere,  a Formia trovò l’amore e la gloria, stimato e apprezzato da tutti.

Il Presidente dell’Ass.Cult. Il Setaccio Bruno Marricco, ringrazia il Sindaco di Formia Gianluca Taddeo, per l’opportunità offerta alla Compagnia Amatoriale maranolese che da decenni è impegnata sul territorio  per rivalutare la cultura locale.

Pubblicità