“Minturnae racconta … per tutti”. Un interessante appuntamento promosso in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità

A conclusione del ciclo di visite guidate gratuite, effettuate nel corso del 2022 nei siti storico-archeologici della città, gli Assessorati Comunali alla Cultura-Istruzione e alle Politiche Sociali hanno proposto l’iniziativa “Minturnae racconta … per tutti”. Un interessante appuntamento promosso in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, istituita nel 1992 dall’ONU, alla quale annualmente aderisce il Ministero della Cultura.

Domenica scorsa, circa 80 visitatori, tra i quali vari rappresentanti delle Associazioni AMA, AIPD, LiberAutismo, Cooperativa Osiride-Centro diurno “Come le sirene”,  Comunità Marica e i ragazzi del laboratorio tetraLIS dell’IPSEOA “Celletti” di Gianola-Formia, hanno preso parte a percorsi accessibili all’interno del Comprensorio archeologico di Minturnae e all’area del Castrum, ad attività e laboratori, a visite tattili all’interno del Museo e ad escursioni guidate nell’area, supportate dalla LIS (lingua italiana dei segni).

«L’intento dell’Amministrazione – sottolinea l’Assessore alla Cultura Rita Alicandro – è quello di creare una città sempre più accogliente, grazie anche a proposte  che favoriscano l’inclusione, attraverso la massima fruizione-accessibilità dei monumenti archeologici». Dal suo canto, l’Assessore alle Politiche Sociali Ilaria Pelle auspica che “quest’iniziativa non resti un episodio isolato, ma sia il primo passo verso azioni concrete per rendere Minturno una città attenta alla qualità del welfare sociale, educativo e culturale, di tutti”.

Nell’organizzazione della giornata del 4 dicembre, a  cura dell’ agenzia “I viaggi di Amareea” e “Lestrigonia APS”, sono stati coinvolti la Direzione Regionale Musei Lazio, tramite il Direttore  del Comprensorio di Minturnae Marco Musmeci, e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Frosinone e Latina, mediante il funzionario di zona Daniela Quadrino: enti con i quali il Comune ha sottoscritto già nel 2020 un accordo di valorizzazione del sito archeologico.                               

Pubblicità