Minturno: “Minturno Libera” Le letterine di Natale sono costate oltre 8000€

Cari concittadini,
vi è mai capitato di pagare per ricevere gli auguri di Natale? Avete mai pagato la campagna elettorale di un candidato sindaco con i fondi delle casse comunali? Ebbene, quest’anno lo avete fatto in simultanea grazie al dott. Gerardo Stefanelli. Infatti, quelle belle letterine con carta intestata del sindaco sono costate oltre 8000€, 2460€ buste e lettere più 5760€ di spese di spedizione. Ma non è il solo nodo spinoso e forse neanche il più grave della questione. La verità è che la lettera ha un solo scopo: farsi campagna elettorale in vista delle prossime elezioni. Infatti, nel testo si trovano frasi del tipo: “coltivare la speranza, ad esempio, vuol dire non dimenticare che siamo tornati ad essere orgogliosi della nostra città e della nostra comunità, delle bellezze del nostro territorio, delle nostre radici e delle nostre tradizioni” oppure “abbiamo condiviso un cammino di crescita che ci ha portato a vivere una città più pulita, più ordinata, più viva culturalmente e ad essere una comunità più coesa e responsabile….” oltre ai chiari riferimenti allo slogan elettorale “illuminiamo la città”. Questa lettera, oltre che essere una offesa all’intelligenza dei cittadini, è l’ennesimo sperpero di
danaro pubblico compiuto durante il suo mandato. Per gli auguri, come avvenuto a Pasqua, bastava un semplice videomessaggio che avrebbe avuto
costo zero.
Minturno Libera crede che tutti abbiate capito dopo questa ennesima spesa evitabile mascherata da auguri natalizi che la tassazione massima perpetrata dall’attuale amministrazione ai danni dei cittadini è servita in primis a soddisfare i vari sfizi della maggioranza.