Minturno: “Mnturno Libera”. Intitolazione campo sportivo ad Agostino Morelli

Il Paese delle meraviglie a Minturno



Cari concittadini,

Oggi vogliamo parlarvi di memoria storica, quella memoria che ogni buona amministrazione dovrebbe tutelare e preservare affinché lo scorrere del tempo non cancelli le gesta degli uomini e delle donne che hanno dato lustro al nostro paese. 

Dovete sapere che tre anni e mezzo fa un gruppo di ex dirigenti e calciatori locali firmarono una petizione popolare per far intitolare il campo sportivo “Pirae” sul lungomare a colui che ne è da sempre considerato il suo fondatore: il Cav. Agostino Morelli. 

L’iniziativa era mossa dal desiderio di rendere onore alla grande passione e all’impegno profuso dal nostro concittadino (scomparso da oramai quasi 20 anni) nell’ambito calcistico locale. 

Per chi non lo sapesse Agostino Morelli è stato il fondatore negli anni ‘50 della Società Sportiva Calcio Scauri, di cui per lungo tempo è stato presidente e dirigente e per i cui meriti sportivi ha ottenuto la medaglia d’oro della FIGC direttamente dalle mani dell’allora presidente Artemio Franchi. 

Non solo. Il Cavalier Morelli è stato consigliere dell’azienda autonoma Soggiorno e Turismo di Minturno-Scauri ed è stato insignito di diverse onorificenze, tra cui la medaglia di bronzo al valor militare.

Ed è proprio in virtù del suo vivo e costante impegno nella vita sociale del paese e della sua dedizione allo sport locale, che viene considerato all’unanimità il simbolo del calcio scaurese ed un punto di riferimento per atleti e sportivi locali.

Vi starete dunque chiedendo quale sia il problema.

Ebbene, anche se all’epoca la giunta comunale deliberò a favore dell’intitolazione del campo sportivo, ad oggi, a distanza di quasi quattro anni, nulla è stato fatto in merito.

Minturno Libera chiede, dunque, all’attuale amministrazione quali motivazioni ci possano essere dietro una simile inerzia soprattutto considerato che si tratta di un’intitolazione voluta dagli stessi cittadini minturnesi e verrebbe ben vista da tutti. 

Vorremmo sapere come mai in questi 42 mesi la delibera non sia stata messa in atto. 

Lo chiediamo, soprattutto, ai due delegati allo sport che si sono susseguiti in questo lasso tempo: Domenico Riccardelli, in carica all’epoca della delibera, e Angelo Graziano, ex coordinatore del nuovo centrodestra, candidato in una lista a sostegno di Massimo Signore sindaco e attualmente in carica nell’amministrazione di centrosinistra capitanata dal sindaco Stefanelli.

Ma chiediamo delucidazioni anche al delegato alla memoria storica Mario Mirco Mendico, che più di ogni altro, visto il ruolo che ricopre, dovrebbe riconoscere l’importanza di simili iniziative e farsene promotore e portavoce. 

Insomma, Minturno Libera non riesce proprio a capire le motivazioni che abbiano spinto quest’amministrazione, che non perde tempo a fare spot elettorali e proclami, a non dare seguito ad una propria delibera di giunta e a rendere il giusto omaggio ai grandi uomini del nostro paese. 

Comunicato Stampa

le3cshop.com