MINTURNO-SCAURI, Iniziativa della Associazione culturale del Basso Lazio

con Presepi non tradizionali ed Alberi natalizi itineranti

ROMA, 45^ Mostra dei 100 PRESEPI nel Colonnato di S.Pietro

Albero realizzato da Paolo D’Acunto, esposto nella Pizzeria ‘Lu Rusticone’

Da un ventennio l’Associazione è impegnata nella realizzazione di presepi.

Nel periodo natalizio ha esposto presepi nella Pro Loco di S.Felice Circeo, a Priverno, a Roccasecca dei Volsci, nel Castello di Minturno, e nelle Sale del Bramante di Piazza del Popolo nella Capitale. Da tre anni nella Sala Pio X di via della Conciliazione e quest’anno nel Colonnato del Bernini in piazza S.Pietro. Tale esperienza ventennale ha spronato ancora di più il sodalizio ad impegnarsi, a produrre altri ‘manufatti’ soprattutto con materiale di riciclo all’insegna del rispetto dell’ambiente. Si mira alla realizzazione di un presepio il più estroso,  anche perché lo consideriamo uno dei sani passatempi.  Nel caso nostro fare un presepio, per i non tradizionalisti, richiede allenamento della immaginazione attraverso attività laboratoriale. Per esso occorre ritagliare del tempo e sognare ad occhi aperti, anche seguendo le proposte varie. Così, dalle informazioni ricevute da siti si passa alla personale proposta, allontanandosi dalla realtà per poi realizzare un ‘manufatto’ sui generis seguendo il proprio percorso creativo.    E’ da considerare che la produzione creativa è più specifica, più originale se non si hanno a disposizione strumenti i più disparati e sofisticati. Infatti la mancanza di strumenti e materiali spinge a generare più idee possibili, da perfezionare, da limare ed approfondire  per giungere al prodotto finale ed originale…  …A tal proposito riporto il pensiero di John D.Rockefeller: “ il segreto del successo è fare le cose comuni in un modo insolito”.

Esposto nel Bar Luccioletta di Scauri

Da qui, nel nostro caso specifico, si può dar vita ad un nuovo prodotto ECOPRESEPIALE promuovendo comportamenti rispettosi e virtuosi utili alla società attuale e combattendo l’inquinamento che purtroppo alimenta il collasso di ‘Madre Natura’. Quindi è importante partire dalla conoscenza con il sapere e dalla responsabilità con il fare, promuovendo comportamenti di rispetto nei confronti dell’ambiente, invitando, a cominciare dai bambini, alla raccolta differenziata e all’impiego, o riutilizzo creativo, dei materiali riciclati.

Ricco sarà l’obiettivo:

  1. conoscere le principali risorse della natura, stimolare la creatività con il riutilizzo di materiale di riciclo,
  2. responsabilizzare ognuno di noi, producendo manufatti originali…
Esposto nel Negozio di Biancheria Enrico Bruno

Concludo  invitando ad utilizzare ogni oggetto, di plastica, di cartone, di vetro, di stoffa, di lana, di ovatta, di chiodi , di stagnola e tanto altro ancora per un riciclo o riuso creativo che ci regalerà idee per dar vita a nuovi oggetti o accessori, raggiungendo “ una gioia simile  in parte a quella che producono certe pitture dei grandi maestri coloristi “, come da tempo ha riferito il Grande Gabriele D’Annunzio.

Insomma, realizzate un presepio con le caratteristiche elencate, inviate una foto all’indirizzo https://www.facebook.com/groups/1062211107448333

Abbiamo la commentatrice critica, abbiamo lo spazio e mezzi di comunicazione per divulgare. Non rimane che dedicare del tempo sano approfittando del lockdown natalizio.

Comunque,  noi realizziamo presepi in miniatura non solo nel periodo natalizio anche durante tutto l’anno.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo