Minturno Scauri “Una città che si racconta”

Pubblicità

Visite guidate e gratuite a Minturno Scauri


Ricco il calendario di visite guidate gratuite che si svolgeranno nel comprensorio turistico di
Minturno Scauri tra il 1° luglio e il 30 agosto e che porteranno turisti e residenti a “ vivere” o meglio a
“rivivere” la storia dei siti più significativi e rappresentativi della città e a scoprire la bellezza e il valore
del patrimonio-storico- archeologico-artistico-culturale.
«Siamo convinti – sottolinea l’Assessore Comunale alla Cultura Rita Alicandro – che questi luoghi
debbano essere accessibili e fruibili al maggior numero di persone possibili, locali ed ospiti. Questo
progetto, lanciato nel mese di aprile, ha già visto la presenza di circa 500 visitatori, provenienti anche
dalle zone limitrofe. Si tratta non delle classiche visite guidate, ma di un racconto vivo dei luoghi
attraverso percorsi teatralizzati e tematici, eventi in costume, replica di oggetti delle varie epoche
realizzati da un team di guide turistiche, archeologi, storici dell’arte. Stiamo parlando di percorsi e di
itinerari “inclusivi”, in quanto pensati e adatti ad adulti, a bambini ed anche a persone con difficoltà
motorie».


Sono 9 gli appuntamenti previsti per il mese di luglio e così suddivisi:

  • 4 visite serali al Castello e al borgo di Minturno in cui i visitatori scopriranno la vita quotidiana all’interno
    del maniero, le vicende delle famiglie e dei protagonisti che hanno scritto l’affascinante storia del
    Castello di Traetto; le chiese del centro storico, in primis quella di S. Pietro, un vero mosaico di storia,
    architettura e archeologia.
  • 3 visite al Comprensorio archeologico di Minturnae per conoscere la storia e i diversi aspetti della vita
    quotidiana dell’antica colonia romana e la sua trasformazione in fiorente città. Sarà visitabile anche l’area
    del Castrum, di proprietà comunale, dove le attività di scavo, iniziate nel 2020, hanno permesso di
    riportare alla luce un nuovo tratto dell’antica Via Appia. Da segnalare due itinerari particolari, in notturna
    e all’alba: “Una notte al museo” (15 luglio) e “L’alba della storia” (31 luglio).
  • 2 visite alla Torre di Scauri e all’antica città di Pirae. Natura e storia si fondono per narrare le origini
    dell’insediamento preromano, attraverso i resti delle Mura Megalitiche e i reperti della villa romana
    attribuita al princeps senatus Marco Emilio Scauro (console del 115 a.C.) e proseguire, con un percorso
    di trekking, verso la Torre di Scauri, sul Monte d’Oro, scenario delle incursioni dei pirati che funestarono
    la costa tirrenica verso il XVI secolo.
    Per il mese di agosto sono previsti altri 9 appuntamenti.

Pubblicità