Minturno: Via Diritto Portico una strada da tempo al centro di polemiche. I residenti indignati e stanchi di inviare segnalazioni agli organi competenti.

E’ una situazione a dir poco intollerabile quella che stanno vivendo i residenti delle case popolari del centro storico di Minturno  che abitualmente transitano in Via Diritto Portico una bella strada tutta pavimentata a betonelle e mattoncini realizzata con riguardo all‘ambiente storico. Insomma una strada, che ad impatto, sembra introdurre chi la percorre in un ambiente suggestivo quasi alla pari di altre realtà storiche del Sud Pontino o del Frosinate.  Ma non è così, purtroppo. I residenti di Via Diritto Portico infatti già in passato hanno segnalato inefficienze riguardo la manutenzione del sito, oggi a distanza di poco più di un anno insorgono con ulteriori richieste riguardo il deterioramento delle betonelle,  molte delle quali vistosamente in frantumi con diverse buche lungo il tratto ed alcune pericolosamente malferme. Ancora una volta siamo lasciati a noi stessi, hanno riferito alcuni residenti, nonostante le segnalazioni dello stato del sito inviate al Sindaco, all’Assessore dei Lavori Pubblici, ai Vigili Urbani e all’Ufficio tecnico. Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto risposta, hanno riferito altri. Per non parlare di alcuni scalini rotti e della ringhiera in corrispondenza del civico 41, divelta, abbandonata sul posto e con gli spuntoni di ferro altamente pericolsi. Una ringhiera lasciata li, in bella mostra di se, una sorta di monumento, forse in ricordo di un periodo bellico ormai passato alla storia. Ma non è solo questo. Lungo Via Gerardo Ciufo le chiome degli alberi hanno ridotto notevolmente la visibilità notturna oscurando i lampioni dell’illuminazione pubblica presenti lungo il tratto. Insomma una situazione non più sostenibile hanno detto alcuni e che hanno aggiunto, non siamo cittadini di serie B, paghiamo le tasse come tutti e come tutti, anche noi siamo cittadini di Minturno.

di Andrea Conte

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.