Minturno:Festa dello sport a scuola: Progetto “Sport di classe” – Istituto Comprensivo M. E. Scauro

 Sabato 6 Giugno il palazzetto dello sport Borrelli ha fatto il pieno di energia. Dopo le performances delle scorse settimane delle atlete della pallavolo Minturno e dei giocatori del Basket Scauri è stato il turno di piccole promesse dello sport, in una giornata all’insegna del confronto leale e del sano divertimento. Si è concluso infatti con una mattinata di festa, il progetto “Sport di classe” promosso dal Miur in collaborazione con il CONI. Gli alunni di tutte le classi della scuola primaria, in questa occasione quelli frequentanti i plessi di scalo, Marina e Golfo, guidati dai giovani ma preparatissimi tutor Ciaravola Mariassunta, Romano Ernesto e Tuccinardi Antonio , nel corrente anno scolastico, hanno arricchito il proprio curricolo con un approfondimento a carattere motorio e riflessioni sul tema dell’integrazione. Il progetto è nato come un momento di promozione dell’educazione fisica e sportiva e di diffusione dello spirito e dei valori olimpici e dello sport.

L’efficacia di interventi qualificati sull’attività fisica e sulla coordinazione motoria, ha permesso di diffondere tra i giovani l’idea che lo sport sia una sana abitudine quotidiana che favorisce un corretto stile di vita. Finalità dei tutor che hanno partecipato al progetto è stata quella di avvalorare l’apporto fondamentale dell’educazione fisica anche per sviluppo delle funzioni cognitive, della creatività, della collaborazione, del superamento delle difficoltà dei Bes. Proprio affrontando il tema “Sport ed integrazione”, attraverso appunto la pratica dello sport, i tutor, in collaborazione con le insegnanti di classe, hanno cercato di avvicinare il più possibile e concretamente i bambini verso il concetto di uguaglianza e di solidarietà.
Il palazzetto si è vestito dei colori della bandiera italiana e si è riempito delle voci candide degli alunni che concentratissimi hanno cantato l’inno nazionale. Ne è seguita la lettura di alcuni elaborati di classe sul tema appunto dell’integrazione che parteciperanno al concorso abbinato al progetto e il discorso di plauso del presidente del Consiglio d’Istituto P. Signore, verso questa significativa iniziativa. Poi in un tripudio di allegre grida di bambini spensierati si è dato avvio alle mini – olimpiadi. Il clima si è subito sportivamente scaldato con le partite di palla rilanciata degli alunni di quinta, si è proceduto in un crescendo di entusiasmo nell’ordine con le classi prime, quarte, seconde e terze, protagonisti delle allegre staffette delle bandierine, dei cerchi e dei coni, tra i cori d’incitazione dei compagni che dagli spalti, sono stati dei tifosi molto coinvolti ma sempre corretti.
Il tricolore dallo schieramento a bandiera si è trasformato in cerchi animati e i partecipanti si sono dati la mano, coinvolgendo insegnanti e tutor: tutti insieme hanno danzato cantando “L’amico è”. L’allegria generale è stata sostenuta nel corso di tutta la manifestazione dal sottofondo musicale, grazie alla disponibilità di un genitore, C. Di Ciaccio che ha efficacemente risolto un intoppo tecnico iniziale,mettendo a disposizione le proprie strumentazioni.
Così si è conclusa un’altra delle belle esperienze che fanno la gioia degli alunni, in un’azione sinergica tra scuola, famiglie e territorio, anche questa un’integrazione vincente al pari di quella sportiva, a proposito della quale gli alunni tanto hanno imparato dal progetto “Sport di classe”.

Prof.Luciana Bruno