Moccia (Fratelli d’Italia) contesta i finanziamenti a pioggia dell’amministrazione comunale di Minturno

Pubblicità

Con la determina n.239 del 22/04/22, l’amministrazione comunale di Minturno ha assegnato all’associazione “Abil-mente” la somma di € 8000 per la gestione del banco alimentare destinato alla popolazione ucraina presente sul territorio comunale. Sulla questione è  intervenuto il dirigente regionale del dipartimento professioni di Fratelli d’Italia  Avv. Stabilito Marco Moccia, che facendo seguito alla richiesta di chiarimenti del consigliere comunale Barbara Sardelli, ha dichiarato: “Senza entrare nel merito di eventuali anomalie procedurali e senza criticare la bonarietà dell’iniziativa, fa specie che per la semplice consegna di beni alimentari venga assegnata una somma tanto cospicua ad una singola associazione, il sottoscritto -dichiara Marco Moccia- da diversi anni  porta avanti l’iniziativa del banco alimentare per le famiglie minturnesi in stato di necessità, provvedendo sia al reperimento dei beni di prima necessità, sia alla loro conservazione ed alla loro consegna, il tutto sempre  gratuitamente con spirito solidale e di autofinanziamento. Ritengo, senza nulla togliere all’associazione ed ai suoi componenti, che per una mansione di utilità sociale come questa, il comune avrebbe potuto  coinvolgere i percettori del reddito di cittadinanza, andando così a risparmiare ben 8000 euro che sarebbero potuti essere destinati alle famiglie minturnesi meno abbienti. Purtroppo invece l’amministrazione dimostra di privilegiare le persone a lei vicine in luogo dei cittadini minturnesi tutti che ancora una volta assistono ad un vero e proprio sperpero di denaro pubblico.  Alla luce di quanto sopra esposto, confido che l’amministrazione cominci ad essere più parsimoniosa con i soldi dei contribuenti minturnesi e più attenta ai solleciti dell’opposizione, sia consiliare che extra consiliare.