MSGC: Opere pubbliche scomparse che sono leggenda metropolitana

E’ proprio il caso di dire che il problema  esiste  quando  Fare Verde  diventa memoria della storia recente dei Monticiani. Ebbene non è sfuggito a Fare Verde Gruppo Monte San Giovanni Campano il cantiere e l’inizio dei lavori per la realizzazione del bagno pubblico in via Valle  del Capoluogo di Monte San Giovanni Campano che all’improvviso è scomparsi dai radar . Quel cantiere del bagno pubblico  scomparso all’improvviso come per magia ,  esponeva perfino il cartello con la direzione dei lavori e, rimase ad occupare quella parte del belvedere di via Valle nel Capoluogo Monticiano  per molto tempo   con gli operai che avevano addirittura realizzato l’area perimetrale  del bagno  togliendo  il manto del selciato  e costruito lo scarico per le acque reflue e la traccia per l’allaccio alla rete idrica . Di quell’opera pubblica non se ne è saputo più nulla sotto due amministrazioni comunali che evidentemente orbitano nella stessa politica del silenzio per il denaro pubblico speso con tanta  approssimazione.

Altra opera scomparsa dai radar è la fontana pubblica che il comune avrebbe dovuto realizzare in piazza Guglielmo Marconi del Capoluogo di Monte San Giovanni Campano.           Come risulta dalla delibera  di Giunta Comunale n.112 del 28.12.2018  con cui è stata approvata la “Realizzazione  fontana decorativa in piazza  Marconi – Centro Capoluogo “ per la spesa di 78.000 euro.  Per quell’opera pubblica venne realizzata anche la gara per l’ <<l’Affidamento progettazione definitiva, esecutiva, direzione lavori, contabilità, coordinamento sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione lavori di realizzazione fontana decorativa Piazza G. Marconi Centro Capoluogo. – CUP J13J18000120004 – CIG: ZE128BCFDF>> che chiunque può leggere sul sito https://montesangiovannicampano.tuttogare.it/gare/id7497-dettagli

Ancora oggi è vivo il ricordo  nei testimoni oculari di quando i tecnici vennero a misurare  Piazza Guglielmo Marconi in “bermuda”  e “ciabatte da mare” facendo grande pubblicità sulla fontana pubblica che stavano per realizzare. Anche quella presunta opera pubblica è scomparsa dai radar improvvisamente come se fosse neve al sole trasformandosi in leggenda metropolitana dalle mille sfumature esilaranti per la carenza idrica che assilla il Capoluogo dal 2004.

Certo è che non sono solo queste due opere pubbliche  ad essere nel mirino  di Fare Verde che si aspettava   opportune  trasformazioni   in quegli  uffici comunali  fin troppo chiacchierati.   E invece “nulla di nuovo sotto il sole” perché l’attuale  amministrazione comunale   come se nulla fosse accaduto o fosse in accadimento ha confermato anche  il responsabile dell’ ufficio  tecnico Lavori Pubblici al suo posto.     Tanta la  fiducia da parte del sindaco  che  ha   ostentato     vicinanza all’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici con apposito provvedimento di conferma anche per il dirigente    e dell’assessore ai lavori pubblici  sempre presente in quell’ufficio  tecnico sicuramente per esercitare le sue funzioni  di programmazione, indirizzo e controllo. Amministratori   che per la popolazione  rappresentano  la  garanzia politica  per  quel  modello ritenuto  “virtuoso” da seguire nella gestione della cosa pubblica.  Fare Verde non è dello stesso avviso dell’amministrazione comunale e attende con pazienza  il divenire degli eventi .

Fare Verde Gruppo Monte San Giovanni Campano

Nella foto di copertina i lavori per l’installazione del bagno pubblico in via Valle del Capoluogo chiaramente spariti.