Nasce a Gaeta “Diritto&Donna” dalla parte delle donne in difficoltà

Novità guardaci online in diretta!

Targa D&D

ATTUALITÀ: Nasce l’Associazione Diritto&Donna, una realtà al fianco delle donne in difficoltà, con lo scopo di sostenerle e aiutarle sia dal punto di vista giuridico che psicologico.

Nata da un’idea dell’Avvocato Valeria Aprile e della psicologa Maria Cattolico, dopo il Blog e la pagina facebook, creati dalla professionista gaetana, adesso Diritto&Donna diventa una realtà, nata per fornire assistenza legale in materia di diritto di famiglia, con uno sguardo particolare alle normative riguardanti la tutela delle donne, e psicologica per tutte quelle donne che vivono situazioni difficili.

Avv.Valeria AprileL’idea di creare Diritto&Donna – ha spiegato l’avvocato Aprile – è nata per offrire un concreto aiuto alle donne che vivono situazioni personali difficili e che spesso non sanno come tutelarsi, non conoscendo i mezzi che offre l’ordinamento giuridico, o che per pudore hanno timore di denunciare quello che subiscono. Il nostro obiettivo è dunque dare un supporto psicologico e giuridico alle donne in difficoltà, donne che possono essere coinvolte in episodi di stalking, separazioni difficili e violenze, soprattutto psicologiche che sono le più difficili da dimostrare. Il nostro intervento avviene materialmente recandosi nella nostra sede di Gaeta, in Corso Cavour 24, oppure avvalendosi della rete informatica attraverso la nostra pagina Facebook ‘Diritto&Donna’, alla quale chiunque avesse interesse può accedere e contattarci in privato, così da offrire una prima consulenza gratuita. Dopodiché, se la persona ritiene opportuno seguire il nostro percorso, seguiremo le strade più idonee sia sotto l’aspetto psicologico che giuridico. Nella mia esperienza di avvocato, purtroppo mi sono accorta che spesso la donna ha difficoltà a parlare della problematica, per vergogna, per paura o perché non sa come affrontare la situazione”.

Avv.Aprile e Dott.ssa CattolicoDello stesso parere è la psicologa Maria Cattolico: “Nella maggior parte delle situazioni le donne hanno timore ad emergere, perché molto spesso non si ha la percezione di quanto si valga realmente, e così si resta invischiati in una relazione difficoltosa, pensando anche che non ci sia nessuno all’esterno a cui fare riferimento. Il nostro intervento si pone soprattutto come un momento e uno spazio in cui la donna possa sentirsi accolta e non giudicata, e di conseguenza è possibile che si apra e riesca a trovare delle strategie per uscir fuori da queste problematiche”.

di Enrico Duratorre