Numeri da record per “Il Fiero Pasto” della Compagnia Costellazione. In replica questa sera ai Criptoportici.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

CULTURA: Dopo i numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, con le opere “Chocolat”, “Il gioco delle Rose” e “La Cattedrale”, la Compagnia Costellazione torna in scena con un corto, tratto da una rivisitazione di un passo Dantesco.

Dopo “Motel Inferno”, infatti, la pluripremiata compagnia teatrale formiana, nell’ambito del suo progetto “Archeologia dell’Inferno”, spettacoli teatrali su Canti dell’Inferno di Dante Alighieri, nei siti archeologici di Formia, ha messo in scena, in Prima Nazionale, de “Il Fiero Pasto – Degustazioni dai Canti VI e XXXIII dell’Inferno” con la drammaturgia e regia di Roberta Costantini, Marco Marino e Roberto Costantini.

Il progetto artistico Archeologia dell’Inferno si inserisce in quell’originalissimo percorso teatrale che, ormai da anni, la Compagnia Teatrale Costellazione ha intrapreso nella rappresentazione dell’Inferno dantesco nei Siti Archeologici più significativi e suggestivi della città di Formia.

Non di mera lettura si tratta ma di “corti teatrali” particolarmente apprezzati per la loro innovazione e creatività, che fanno spettacolo delle idee e della filosofia del Sommo, esaltandone l’innata musicalità con corali e assoli, vocali e coreografici, godendo della solennità dei secoli che trasudano dalla pietra.

“Il Fiero Pasto, nello splendido complesso dei Criptoportici, antico deposito di anfore vinarie risalente al I sec. a.c. e composto da stanze con volta a tutto sesto, presenta una tra le più conosciute storie dantesche, quella del Conte Ugolino, della sua prigionia nella torre della Muda, della morte sua e dei suoi figlioli innocenti – spiega la regista – L’ambientazione, surreale e drammatica, riprende alcune figure celebri del mito e dell’attualità, per fonderle in una moderna esperienza culturale, artistica e archeologica, in un percorso dove lo spettatore è a sua volta un viandante tra le arti”.

Le prime due serata hanno già raggiunto numeri da record, per un corto non stop che andrà in scena anche questa sera (13 agosto n.d.r.) dalle 19 a mezzanotte, con ingresso ogni mezz’ora “Con immensa gratitudine vorrei dire a tutti un immenso e infinito grazie! – commenta Roberta Costantini dalle pagine di un social network – In questi giorni ho ricevuto oltre 1500 richieste di ingresso, sono stata l’Arcivescovo Ruggieri per oltre sette ore ogni sera ed in scena, con i miei occhi ghiacciati, ho guardato negli occhi, intrisi di pietà e terrore, centinaia di persone ascoltandone il respiro. Con gli straordinari attori della mia Compagnia ho vissuto un “non tempo” svelando, come in un delirio, la leggendaria storia di Ugolino. Stasera il nostro RistoDante riaprirà i suoi battenti per un suggestivo e indimenticabile ultimo Fiero Pasto! Stasera io, Ruggieri, con Virgilio, Ugolino, Cerbero e le anime dannate, abiterò ancora una volta i Criptoportici, respirandone la storia e lasciandoci un po’ della mia!”

Appuntamento, dunque, anche questa sera (13 agosto n.d.r.) per uno Spettacolo “corto” itinerante, ripetuto no stop dalle ore 19:00 alle ore 24:00 con ingressi di 15 persone ogni 30 minuti. Ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria al cell 328-7518726.

di Enrico Duratorre