“Optics” di Alice Ricciardi al Gaeta Jazz Festival

I.T.E. Tallini Castelforte

DSC_7777CULTURA: Seconda serata al Gaeta Jazz Festival 2015, ospite Alice Ricciardi, raffinata vocalist, molto apprezzata negli Stati Uniti; accompagnata da Pietro Lussu al piano, Enrico Bracco alla chitarra, Luca Fattorini al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria, ha presentato, nello splendido scenario di Molo Sanità, nel cuore del centro storico di Gaeta, il suo ultimo album Optics, pubblicato dalla Inner Circle Music, la prestigiosa etichetta a stelle e strisce del sassofonista Greg Osby.

Optics mostra perfettamente la versatilità di Alice Ricciardi, la sobria eleganza della suo inconfondibile voce, fornendo ampia prova della sua originalità e sensibilità, oltre che la capacità di affrontare sia composizioni classiche che materiale originale.

DSC_7771
Pietro Lussu e Alice Ricciardi

Nel canto di Alice non compaiono gesti vocali ridondanti misti ad eccessivo sentimentalismo, bensì, un’idea di essenza ed autenticità, Alice punta al cuore e lascia che le canzoni parlino da sole con arrangiamenti minimali e contemporanei.

L’album prende le mosse da uno standard appassionato quanto oscuro, “Deep Song”, questo incipit mette subito in chiaro quale sarà il mood dell’intero lavoro: introspettivo sì, ma classicamente moderno.

Enrico Bracco
Enrico Bracco

Un arpeggio ipnotico di chitarra introduce la title-track “Optics”, lieve e sognante. Seguono “I Feel A Song Coming On”, tangibile ma misterioso; “Sorrow”, dalla poesia di Edna St. Vincent Millay, l’energica “Flying In A Box”, “A Flower Is A Lovesome Thing”, capolavoro di Billy Strayhorn, qui in una versione bucolica, “Worry Later” di Thelonious Monk, dal groove squadrato e voluttuoso. In chiusura è posta “I’ve Heard An Organ Talk Sometimes”, di Aaron Copland, su liriche di Emily Dickinson, trasfigurate in una calda e ondeggiante ballata folk.

Il suo è un Jazz internazionale, ma attraversato da una sottile vena melodica mediterranea, con l’aggiunta della sua inconfondibile voce voce tanto apprezzata negli States.

DSC_7751Ancora una volta ad amplificare le emozioni della grande musica, la ditta RS Service – RemixSound di Sperlonga, oramai partner fisso del Festival Jazz Geatano, che ha portato il pubblico nel cuore della musica jazz.

Per i prossimi appuntamenti si cambia scenario, dal mare di Molo Sanità, alla piazza d’armi del Castello Aragonese, dove inizierà la tre giorni di Jazz al Castello, la storica rassegna jazzistica che da ormai otto anni porta a Gaeta i più grandi nomi del jazz nazionale ed internazionale.

Si comincia mercoledì 5 sgosto ore 21,30 con New Talent Jazz Orchestra, con special guest Daniele Tittarelli.

di Enrico Duratorre