Pallamano: Fondi impegnata nella coppa Italia

Novità guardaci online in diretta!

Quello che sta per iniziare sarà un week-end ricco di pallamano: nel tempio della pallamano italiana andrà
in scena la 34 a edizione della Coppa Italia maschile. A partire dal primo pomeriggio di venerdì, sino a
domenica sera, il Pala Chiarbola di Trieste ospiterà le migliori otto formazioni del panorama nazionale. Nel
quarto di finale delle ore 16.00, i rossoblù dell’HC Banca Popolare di Fondi affronteranno i detentori del
trofeo, i trentini della Pallamano Pressano.
Nonostante le nette vittorie giallonere in campionato, la cosiddetta gara “secca” ha sempre una propria
storia, perché in 60’ le due squadre si giocheranno tutto. La vincitrice affronterà la vincente tra Trieste e
Cassano Magnago; gli sconfitti, non essendo più previsti i placement round, torneranno direttamente a
casa.
Dopo un inizio di stagione a corrente alternata, la compagine giallonera ha inanellato diversi risultati utili
consecutivi (l’ultimo dei quali, il preziosissimo pareggio al Pala San Giacomo di Conversano), che le hanno
permesso di raggiungere il secondo posto in classifica alle spalle del Bolzano. Il team trentino sta quindi
rispettando l’obiettivo stagionale di provare a lottare per qualcosa di importante e per questo, ad inizio
anno, la dirigenza aveva rinforzato ulteriormente la già ottima rosa a disposizione di mister Dumnic con
Argentin e Dedovic, che sono andati ad affiancare capitan Giongo, Di Maggio, Dallago, il portiere
Sampaolo e giovani promesse come Nicola e Matteo Moser. Da qualche settimana, infine, è arrivata la
ciliegina sulla torta: un gradito ritorno in casacca giallonera, che risponde al nome di Paulo Da Silva.
Non c’era gara più difficile, quindi, per l’HC Banca Popolare di Fondi. I fondani arrivano alla trasferta di
Trieste con la consapevolezza di essere una squadra che può dar fastidio a chiunque, ma comunque non al
top: Leal è tornato questa mattina dal Brasile e si è aggregato subito ai compagni e anche in infermeria c’è
ancora qualche problemino, riguardante gli atleti usciti malconci dal derby.