Parte la nuova stagione dell’Associazione Confronti con “La visione e la Grazia” musica e poesia alla scoperta di mondi lontani

Le3cshop

14102527_10210651823591389_3739008745571626958_nCULTURA: Torna sabato 10 settembre, la IV° stagione dell’Associazione Confronti, quest’anno dedicata al benessere della persona, l’apertura, come lo scorso anno, sarà con Musica e Poesia, nella suggestiva Arena Caposele; nel corso della serata sarà presentatoi il programma dei successivi incontri.

“Lo scopo della nostra associazione è di promuovere la riflessione sul rapporto tra la dimensione interiore ed esteriore dell’Uomo – commentano i fondatori dell’Associazione Confronti – incentivare il dialogo interculturale ed interreligioso, costruire nuovi orizzonti di esistenza individuale e collettiva, liberi da condizionamenti istituzionali ed ideologici e contemporaneamente aperti a tutti gli ambiti disciplinari laici e religiosi, umanistici e scientifici. Favorire lo sviluppo integrale dell’ individuo, dove alla passione del pensiero e della ricerca intellettuale si associno la meditazione e il lavoro sul corpo, mediante la pratica di discipline olistiche volte ad attivare percorsi di consapevolezza. Per realizzare tale scopo – concludono gli organizzatori – abbiamo pensato di rivolgerci a personaggi autorevoli che con la loro testimonianza ed il loro esempio di vita possono aiutare a risvegliare quelle risorse interiori, patrimonio di ciascuno di noi, in modo da affrontare con consapevolezza le sfide quotidiane che ci attendono”.

La serata vedrà l’attrice Anna Saia recitare i versi “La Visione e la Grazia” tratti dal poema epico di Sri Aurobindo Ghose accompagnata dalle musiche di Rashmi Bhatt e Roberto Caravella.

DSC_9234 - CopiaAnna Saia si è diplomata all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’amico, debutta con la Compagnia dei Giovani (De Lullo-Falk-Valli-Albani) in “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello e ne “Il Confidente” di D. Fabbri. Lavora in seguito al teatro Stabile di Genova con Luigi Squarzina e con la Compagnia Albertazzi-Proclemer per approdare infine al Piccolo Teatro di Milano con Giorgio Strehler, dove rimarrà per circa 35 anni . Sotto la guida di Giorgio Strehler partecipa a spettacoli famosi come : Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni , Re Lear di Shakespeare,Le balcon di Genet ,La Grande Magia di Eduardo De Filippo, L’anima buona di Sezuan di B.Brecht, Minna Von Barnhelm di Lessing, I giganti della montagna di Pirandello  e Come tu mi vuoi di Pirandello.
Ed allo stesso tempo, sempre al Piccolo Teatro di Milano, lavora con altri registi: Vitez, D’amato, Battistoni ,Puggelli, Maiello, Soleri

Nato in India, Rashmi V. Bhatt è cresciuto a Pondicherry, in un ambiente permeato dalla danza, teatro e musica indiana.  L’arte del Tabla, ovvero le tipiche percussioni dell’India, le ha studiate sotto la guida del Maestro Sree Torun Banerjee. Dopo il suo trasferimento in Europa, è spesso invitato a suonare, nei concerti  e negli importanti Festival Internazionali europei, con celebri maestri indiani. Affascinato dalla ricerca e fusione tra le varie etnie e i loro linguaggi musicali, ha collaborato con musicisti come il kenyota AYUB OKADA,  Marcus STOCKHAUSEN, il famoso cantante pakistano NUSRAT FATEH ALI KHAN e Michael Brook. Di recente, ha fatto una tournée in Dubai, Marocco e Tunisia e tra l’altro ha collaborato anche con SHAKIRA, la famosa cantante pop e recentemente con Sting .Negli ultimi anni, la sua ricerca principale si è orientata alla scoperta di diverse culture: da qui svariati progetti con musicisti originari di vari paesi, dal Marocco all’Iran, dall’Afghanistan al Mali, dalla Siria al Brasile. Nel 2010, a Copenhagen, è stato ospite del prestigioso WOMEX Festival. Fa regolarmente interventi didattici e interculturali (lezioni-concerto con strumenti musicali indiani) in scuole italiane, spagnole e francesi. Inoltre, è spesso invitato dai Conservatori di musica, per conferenze e dimostrazioni. Collabora con le Ambasciate dell’India presenti in Europa.
Da dieci anni è Direttore Artistico del WORLD RHYTHM FESTIVAL a Perugia. Risiede a Roma, dove insegna percussioni.

DSC_9289Roberto Caravella compositore, direttore, strumentista e scrittore, ha tenuto concerti in Italia e all’estero (Roma, Parigi, Hyeres, Lille, Bruxelles, Gand, Brugge, Anversa, etc. ) Ha collaborato come Solista, Basso Continuo e polistrumentista  con diversi ensemble ed orchestre tra cui  l’Orchestra del Teatro Regio di Torino,  l’orchestra di S. Cecilia di Roma,  il Teatro San Carlo di Napoli e il Teatro dell’Opera di Roma .
A Medjugorje ha partecipato alla Messa per la Pace, interpretata da  Jose’ Carreras e Cecilia Gasdia. Ha realizzato, per la Emi Records, il progetto discografico: “Sulle orme dei Patriarchi – Futuro antico II”, interpretato da Angelo Branduardi e diretto da  Renato Serio. Ha partecipato all’Opera Dido & Aeneas di Purcell per il teatro dell’Opera di Roma, sotto la regia di Chiara Muti.
Ha fondato nel 1978 l’Ensemble di musica antica “De Ghironda et Cantu” (di cui è anche direttore). Dal 1990 collabora con il Laboratorio d’Orchestra e Teatro Musicale “Il Cantiere delle Muse “ dove è anche docente di Musica d’insieme e Orchestra.  Nel 2014 fonda il duo Heliantheya insieme a Jasmina Capitanio (Viola da gamba, viella, ribeca, voce) con cui presenta un repertorio originale, in cui si fondono tradizione antica, mediterranea e contemporanea.
Ha pubblicato numerose opere di saggistica; inoltre è autore di musiche per il cinema, il teatro e la televisione

DSC_9293 - Copia“L’ apertura della IV° Stagione di Confronti si sarebbe dovuta aprire con una serata di beneficenza a favore della città sperimentale di Auroville – India – commenta il Presidente dell’Associazione Confronti – una città ideale dedicata ad un esperimento in unità umana, che si basa sulla visione di Sri Aurobindo e di Mirra Alfassa nota come Mere. Nel 1966 l’ UNESCO approvò all’unanimità una risoluzione che raccomandava Auroville come progetto di basilare importanza per il futuro dell’umanità, dandogli quindi il suo completo appoggio, tuttavia – conclude il Presidente – il drammatico e devastante terremoto che ha colpito le popolazioni del Centro Italia ci ha spinto a dedicare la raccolta benefica ai nostri fratelli così duramente colpiti.

Appuntamento, dunque, sabato 10 settembre ore 20,30 nel magico scenario dell’Arena Caposele, per lasciarsi incantare e trasportare dalla Musica e dalla Poesia, per una serata alla scoperta di mondi lontani, con uno sguardo ai nostro territorio così martoriato.

di Enrico Duratorre