Patto per il nuovo sistema di portualità di Formia.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Su proposta dell’Assessorato al Demanio, si è tenuta una apposita riunione presieduta dal sindaco Paola Villa con la partecipazione del presidente del consiglio comunale, dei presidenti delle commissioni consiliari Urbanistica e Lavori Pubblici, del capo di gabinetto e del progettista, Arch. Aurelio Meloni, incaricato dall’AREMOL (agenzia regionale per la mobilità del Lazio) di redigere il Piano regolatore portuale di Formia.

Si è trattato del primo di una serie di incontri che l’assessorato, d’intesa con il sindaco e il professionista incaricato, intende promuovere per favorire la più ampia partecipazione al percorso di formazione dell’importante strumento regolatore di settore promosso dalla Regione che incrocia, per una fortuita e fortunata coincidenza, quello che oramai volge alla sua fase di redazione conclusiva, della variante al PUA (piano di utilizzazione della arenile) vigente.

Le due progettualità – l’una in fieri e l’altra avanzata – costituiscono un’occasione irripetibile alla quale sono chiamati a concorrere la politica ma anche gli ordini professionali, le associazioni di categoria, il mondo imprenditoriale e datoriale, oltre che la Capitaneria di Porto e le altre forze dell’ordine interessate, tutti i portatori di interesse che in una parola vengono individuati come stakeholder.

In vista del prossimo incontro, programmato per il mese di settembre, gli uffici del Settore Urbanistica e Demanio, sono stati già attenzionati a fornire massima e pronta collaborazione per agevolare la ricomposizione dello scenario attuale del Porto (stato di fatto, proposte, progetti, cornice normativa, ecc) al fine di coadiuvare la spedita delineazione del quadro delle potenzialità e opportunità del sistema portuale di Formia.

le3cshop.com