Poule retrocessione, terzo round per la Geoter Gaeta

C:\Users\Alessandra Aprile\Documents\GEOTER GAETA\Geoter logo 2013-14.jpgPoule retrocessione, terzo round. La Geoter Gaeta, dopo lo stop forzato dovuto al turno di riposo osservato nello scorso weekend, torna in campo alla caccia di una nuova vittoria. Per Fritegotto e compagni, il calendario ha preparato ancora una trasferta, l’ultima della stagione, sull’ostico campo del Conversano, protagonista finora di un cammino perfetto. La formazione biancoverde è infatti reduce dai successi interno ipotecato ai danni del Cus Palermo (29-22) e, nella giornata precedente, esterno, contro la Lazio (25-26). Un cammino che ha consentito ai ragazzi di coach Alessandro Tarafino di collocarsi al primo posto di questa speciale graduatoria, con 8 punti all’attivo e il turno di riposo già osservato. Dunque, un eventuale successo significherebbe per il Conversano matematica salvezza. Tra i punti di forza della compagine pugliese, gli esperti Giorgio Fantasia, capitano della squadra, Massimiliano Maggiolini, Vitantonio e Francesco D’Alessandro, e il portiere Saverio Nebbia (che ha esordito proprio nella gara della regular season disputata a Formia), senza contare i più giovani tra i quali l’argentino di origini italiane Mariano Bertolez, Sergio e Marco Recchia, e il Nazionale U20 Davide Di Maggio. Agli occhi dei conversanesi, la Geoter appare una formazione agguerrita e motivata, da non sottovalutare, così come ha dichiarato il centrale Marco Recchia: “Credo che quella di domani sia la partita giusta per porre matematicamente al sicuro la squadra da eventuali sorprese. Non vincere con il Gaeta in casa significherebbe andarsi a giocare il tutto per tutto a Chieti, in trasferta, dove tutto diventerebbe più difficile. Penso sarà un confronto alla pari: sia noi che loro siamo compagini composte da atleti giovani ed entrambe vivranno la competizione al massimo delle loro capacità, perché sono in corsa per assicurarsi un posto nel prossimo campionato di massima categoria”.

Ed è proprio con questo spirito e questa consapevolezza che i biancorossi si presenteranno all’appuntamento. Un appuntamento importante, quasi decisivo per le sorti del campionato, anche perché potrebbe essere troppo rischioso per i gaetani, scivolati durante la pausa all’ultimo posto in classifica ma con soli 3 punti di ritardo dalla zona salvezza, sperare di rimandare tutto alla successiva ed ultima gara col Cus Palermo.

Dirigerà l’incontro di sabato 29 marzo, presso il PalaSanGiacomo di Conversano, con fischio d’inizio alle ore 19, la coppia arbitrale Cosenza-Schiavone.