Presentazione del progetto “MAI PIU’ VIOLENZA – MAI PIU’ COMPLICI”

La Consulta Femminile Regionale per le Pari Opportunità, gli Istituti di istruzione secondaria “Quarenghi Braschi” di Subiaco e “Giorgio Ambrosoli” di Roma e il Movimento “Se non ora quando?”, il giorno 20 settembre alle ore 10 alla Biblioteca Comunale di Subiaco, daranno inizio alla prima fase del progetto “Mai più violenza – mai più complici” aprendo la riflessione e il confronto sul tema della violenza sulle donne.

Gli sconcertanti episodi di femminicidio che investono la nostra società, impegnano l’intera società ad arrestare questa barbarie. A questo scopo l’iniziativa, promossa dalla Consulta femminile, mira a coinvolgere le ragazze e i ragazzi delle suddette scuole per far conoscere i risvolti sociali, culturali ed il dramma umano delle donne violate, interagendo con le famiglie e la cittadinanza e per ricercare formule nuove capaci di diffondere la cultura della non violenza.

Motivare le giovani generazioni a essere protagoniste del cambiamento e nel contempo inviare un messaggio forte all’intera cittadinanza sono gli obiettivi primari del progetto, approvato dal Ministero dell’Istruzione, e che ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica e il patrocinio del Presidente della Camera e del Presidente del Senato, ed ora entra nella fase di avvio.

“Denunciare l’emergenza sociale e culturale non basta più”, affermano gli organizzatori. “Si deve agire con immediatezza e compiutezza per garantire i principi cardini della democrazia, della giustizia e della libertà di ciascuno, senza discriminazioni di genere.”

All’incontro interverranno l’europarlamentare Silvia Costa, la direttrice dell’Istat Linda Laura Sabbadini, le rappresentanti del Movimento “Se non ora quando?”, la Consulta femminile regionale per le pari opportunità e i gruppi di ragazze e ragazze dei due istituti scolastici, unitamente al corpo docente. Questi ultimi insieme alle referenti sono stati invitati il giorno 23 settembre al Palazzo del Quirinale in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico 2013-2014, un invito che evidenzia l’importanza data dal capo dello Stato al coinvolgimento di giovani e istituzioni unite per sconfiggere una vera piaga sociale e culturale.

Inoltre, lunedì 30 settembre alle ore 10.30 presso la Sala Nassirya di Palazzo Madama,il progetto sarà presentato alla stampa, alla presenza dei ragazzi, delle ragazze e delle autorità coinvolte.

La conclusione del progetto è prevista per il 15 novembre a Roma, alle ore 10.30 presso la Sala Umberto in via della Mercede, con la messa in scena di uno spettacolo teatraleprodotto dagli stessi ragazzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.