Prima iniziativa dei pendolari-sindacati-associazioni consumatori a sostegno della mobilità.

Siamo veramente orgogliosi di dare il via alla scossa necessaria per raggiungere l’obiettivo di dare al nostro paese una mobilità che risponda  alle esigenze di sviluppo sostenibile e indifferibile del nostro paese per due motivi:

1- il primo è che si avvia il tentativo di saldare operatori del servizio pubblico con gli utenti. Finora i gestori  hanno sempre lasciato al lavoratori e operatori del trasporto pubblico il compito di “fronteggiare” la pressione derivante da una qualità dei servizi nonsempre all’altezza degli sandard europei . Un atteggiamento che ha portato spesso ad una guerra tar “poveri” che è necessario respingere;

2-i gestori  una volta appaltato il servizio hanno come controparte le Regioni che non hanno curato con la dovuta accortezza l’interazione con i pendolari che sono, attraverso lo strumento dei reclami e di ogni latra forma di manifestazione di disservizio, il più importante fattore di controllo della gestione;

3- nonostante i finanziamenti sulle reti e sui trasporti, in generale, l’operato di RFI non è corrispondente nelle priorità a quelle della mobilità dei cittadini e dei servizi nelle stazioni ma segue soprattutto le logiche di “sviluppo” dei gestori. anche per questo è necessaria una più stertta interazione pendolari-lavoratori del TPL  e Regione.

Insomma, seguire quelle che sono i suggerimenti  dettati dalla corte dei conti europea per la quale “I passeggeri dell’Unione Europea hanno pieni diritti, ma devono ancora lottare per farli rispettare” e questo faremo iniziando il 14 Giugno alle ore 16,30 con un’assemblea pubblica a Campoleone, insieme a Comitato FL8 Carrozza, CGIL, CISL e UIL Regionali, Confesercenti e Confconsumatori, inziando col chiedere che questa stazioen diventi un nodo principale di scambio ferro-gomma e ferro-ferro (FL7-FL8) con le necessarie coincidenze e che almeno nella fascia pendolari torni ad essere una fermata per i regionali veloci.

Riceviamo e pubblichiamo inviatoci da Francesco Valerio
Presidente Associazione Pendolari Stazione Minturno-Scauri Direttissima Roma-Napoli