Provincia: Presentato il progetto “Via Appia Regina viarum”.

pubblicità

Il progetto ‘Via Appia Regina viarum’ è stato presentato presso il Foro Appio, in una conferenza alla presenza di rappresentanti delle istituzioni locali, del Ministero della cultura e dei Comuni della provincia pontina. L’obiettivo è la candidatura dell’antica strada a patrimonio dell’Unesco.

Durante l’incontro, il presidente della Provincia Gerardo Stefanelli ha sottolineato come questo progetto rappresenti un’opportunità non solo dal punto di vista turistico e culturale, ma anche per la riunificazione del territorio. La Via Appia, infatti, è un elemento fortemente identitario che deve diventare un collante per la sinergia tra amministratori e operatori economici della provincia.

La Via Appia, costruita nel III secolo a.C., congiungeva Roma con il sud Italia ed è stata un’importante strada commerciale e militare. La sua importanza storica e culturale la rende candidata ideale per la lista del patrimonio dell’Unesco.

Per fare ciò occorre un lavoro sinergico tra le istituzioni locali e il Ministero della cultura, affinché si possano sviluppare tutti i requisiti necessari per la candidatura a patrimonio mondiale dell’Unesco.

L’iniziativa ha ottenuto ampio sostegno, con il rappresentante del Polo Museale del Lazio, Marco Musmeci, che ha sottolineato come la Via Appia sia un fenomeno unico al mondo. Laura Acampora e Angela Maria Ferroni, rappresentanti del Ministero della cultura Segretariato Unesco, hanno anch’esse espresso il loro supporto al progetto.

Il presidente della Camera di Commercio Giovanni Acampora ha osannato l’iniziativa e ha espresso il suo desiderio di contribuire alla candidatura della Via Appia.

La candidatura a patrimonio dell’Unesco potrebbe rappresentare un importante passo avanti per il territorio e la sua identità.

Giuseppe Capuano

Pubblicità