Regione Lazio: Corecom, siglato accordo con l’Università di Cassino

Siglato ieri nella sede del Consiglio regionale del Lazio, alla Pisana, il protocollo d’intesa tra il Corecom, Comitato regionale per le comunicazioni, e l’Università di Cassino. L’accordo è stato firmato, per parte Corecom, dalla presidente Maria Cristina Cafini, e, per conto dell’ateneo cassinate, dal rettore Marco Dall’Isola. 

Il documento, che ha durata triennale e si compone di 14 articoli, mira a promuovere iniziative formativo/educative congiunte e il coordinamento di attività concernenti materie di comune interesse. 

Si tratta in particolare, come elencato all’articolo 2 del protocollo, dei temi della digitalizzazione della pubblica amministrazione, della protezione dei diritti dei disabili nell’accesso alle comunicazioni, della verifica del rispetto della parità di genere, della media education e della verifica del rispetto dei limiti delle emissioni elettromagnetiche. 

Per la presidente del Corecom, lo scopo è quello di “definire e istituzionalizzare le collaborazioni tra l’Ateneo e il Corecom affinché esse abbiano una natura non episodica”; il rettore si è detto molto soddisfatto di sottoscrivere questo accordo, ricordando come l’Ateneo di Cassino persegua “con convinzione e in modo transdisciplinare la trasformazione digitale”.

Le parti sono state poi ricevute dal Presidente del Consiglio regionale Marco Vincenzi, secondo il quale “la collaborazione tra il Corecom e l’Università di Cassino testimonia quanto siano cruciali le sinergie per attuare gli obiettivi fondamentali per la crescita del territorio”.

Per il consigliere Pasquale Ciacciarelli, presidente della terza commissione consiliare, Vigilanza sul pluralismo dell’informazione, “con la sottoscrizione di questo protocollo d’intesa si vuole dare ancora più forza all’Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale”, nell’ambito di un lavoro sul dettato normativo che, d’altro canto, “rafforza il Corecom e lo lega sempre di più ai territori”.

Pubblicità