Regione Lazio: SOSTEGNO PER L’ACQUISTO DI MATERIALE SCOLASTICO A FAVORE DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DEL LAZIO (ANNO SCOLASTICO 2022/2023)

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Ammonta a 20 milioni di euro a valere sul POR FSE Lazio 2014-2020 Asse II – Priorità di investimento 9.iv – Obiettivo specifico 9.3, lo stanziamento destinato dalla Regione Lazio all’erogazione di un contributo economico una tantum destinato a genitori di figli in età scolare che frequentano la scuola secondaria di I grado e la scuola secondaria di II grado, statale e privata paritaria.

La somma forfettaria riconosciuta è pari a 150 euro per singolo figlio/a frequentante la scuola secondaria di I grado e pari a 200 euro per singolo figlio/a frequentante la scuola secondaria di II grado, non è soggetto ad imposizione fiscale e non contribuisce alla formazione del reddito, ai sensi di quanto previsto in materia di trattamento fiscale delle indennità di sostegno al reddito della Circolare INPS n. 49 del 30 marzo 2020.

Tale contributo economico è finalizzato pertanto a supportare il budget di famiglie e genitori che vivono un periodo di difficoltà nell’affrontare le spese relative all’acquisto di materiale scolastico utile a migliorare la frequenza dell’anno scolastico da parte dei propri figli.

Il contributo una tantum è da intendersi come somma forfettaria ai sensi dell’art. 67, paragrafo 1, let. c) del Regolamento (UE) 1303/2013 e s.m.i. (vedi Nota Metodologica allegata all’avviso) e pertanto le spese sostenute per gli acquisti del materiale scolastico non dovranno essere rendicontate.

Il presente contributo economico è cumulabile con i contributi erogati dai Comuni, ai sensi dell’art.27 della Legge 23.12.1998 n. 448, per l’anno scolastico 2022/2023, alle famiglie in possesso di un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non superiore a 15.493,71 euro e con altri contributi statali, regionali o locali.

Destinatari dell’intervento e soggetti richiedenti sono i genitori di figli regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo grado o secondo grado del sistema nazionale di istruzione pubblica e paritaria con sede in Regione Lazio che, al momento della richiesta di contributo, risultano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno Stato e extra UE e in possesso di regolare permesso di soggiorno (ai sensi del D.lgs 286/98 e ss.mm.ii.);
  • essere residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • essere genitore, tutore o esercente la responsabilità genitoriale di studenti regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo o secondo grado del sistema nazionale di istruzione pubblica e privata paritaria;
  • essere titolare o cointestatario di un conto corrente bancario o postale o di una carta prepagata collegata ad un codice IBAN IT;
  • possedere un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non superiore a 30.000 euro.

Le risorse impiegate sono disponibili ad accesso continuo con finanziamento “on demand” fino all’esaurimento dei fondi.

I contributi, assegnati a valere sul presente avviso pubblico secondo le modalità di cui all’articolo 6, potranno essere richiesti dalle ore 9:30 del 7 novembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse. A tal riguardo, sarà cura dell’Amministrazione comunicare la chiusura della procedura.

Ciascun genitore di figli regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo grado o secondo grado del sistema nazionale di istruzione pubblica e paritaria con sede in Regione Lazio può presentare una sola domanda di contributo.

Nel caso di più figli aventi i requisiti di accesso, la domanda dovrà contenere l’insieme delle singole richieste di contributo per ogni singolo figlio/a facente parte del nucleo familiare (Allegato A).

Non si possono chiedere e riceve più contributi per lo stesso figlio. A tal fine, si effettuerà una verifica preliminare del codice fiscale dello studente destinatario.

Le domande devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito https://sicer.regione.lazio.it/sigem-gestione attraverso il sistema pubblico SPID, al fine di aumentare il livello di sicurezza del sistema e in linea con le disposizioni e le modalità di accesso ad altri servizi della Pubblica Amministrazione.

Di seguito il link per la consultazione del manuale di accessohttps://www.regione.lazio.it/sites/default/files/2022-06/SIGEM_Autenticazione_SPID_ManualeUtente.pdf.

Il completamento della procedura permette l’accesso alla compilazione di tutte le sezioni previste per la presentazione della domanda. All’interno della piattaforma, una volta effettuato l’accesso, i soggetti dovranno seguire le istruzioni disponibili sulla home page del portale al fine della candidatura, fatto salvo il possesso dei requisiti di cui al presente avviso. La procedura di presentazione della domanda è da ritenersi conclusa solo all’avvenuta trasmissione obbligatoria di tutta la documentazione prevista e indicata dal presente avviso.

Con riferimento alla fase di ammissibilità delle richieste pervenute, la Regione Lazio provvederà:

  • ad acquisire le domande di candidatura dei partecipanti alla procedura e conservarle anche ai fini di successivi controlli e verifiche;
  • a effettuare le istruttorie formali delle domande presentate, volte ad accertare la sussistenza dei presupposti per l’ammissione a contributo;
  • a conclusione della fase istruttoria di ammissibilità formale, ad approvare con Determinazione Dirigenziale gli elenchi degli ammessi a finanziamento e degli esclusi.

Le richieste ammesse in esito alla suddetta verifica saranno approvate sulla base dell’ordine di arrivo.

Come anticipato, saranno approvate tutte le proposte che hanno superato la verifica di ammissibilità formale sulla base dell’ordine di arrivo e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Sarà assegnata la priorità in base all’ordine di arrivo dei progetti, come risultante dalla data e ora di trasmissione telematica sul SIGEM

Le domande di contributo, a seguito dell’istruttoria formale svolta dalla struttura della Direzione regionale, saranno trasmesse all’Ufficio responsabile del procedimento.

Con apposite Determinazioni Dirigenziali saranno quindi approvati gli elenchi delle domande ammesse e di quelle non ammessi, con indicazione dei motivi di esclusione. Tali Determinazioni Dirigenziali saranno pubblicate sul B.U.R. della Regione Lazio, sul portale istituzionale http://www.regione.lazio.it e su questo sito.

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/